Perchè i gatti amano le scatole?

pubblicato in: Animali domestici | 0

Avete un gatto e vi state chiedendo come mai molto spesso si rintana nelle scatole di cartone trovate occasionalmente per casa? Se può consolarvi, non si tratta di un comportamento così raro, anzi tutt’altro.
Vediamo insieme quali sono i motivi per cui i mici di casa molto spesso preferiscono una scatola (e più piccola è meglio è) alla loro cuccetta o al giochino nuovo che gli avete appena comprato.

Scatole dove trovare protezione

Ebbene sì! Non è la prima volta che affrontiamo questo tema: anche gli animali risentono dello stress, in particolar modo davanti alle novità o nelle situazioni inaspettate (Lo stress nei nostri animali: possibili cause e rimedi).

Quello di nascondersi è un comportamento innato dei felini, quello cioè di sottrarsi ad eventuali pericoli; proprio per questo più le scatole sono piccole e più Micio cerca il modo per intrufolarvisi all’interno (nulla da invidiare ai veri contorsionisti insomma!).

Teniamo in considerazione che è proprio nella natura del gatto quella di cercare luoghi appartati da dove poter tenere sotto controllo l’ambiente circostante per avvistare eventuali predatori; ovviamente in casa non sono presenti tali pericoli, ma sta di fatto che uno scaffale, la cima di un mobile o del frigorifero ecc. ecc sono i posti prediletti dal gatto anche per riposarsi.

Scatole da dove fare agguati

I gatti sono animali predatori. Anche se quelli che vivono in casa purtroppo non hanno più modo di espletare appieno questo comportamento innato, tale caratteristica fa comunque parte della loro natura.

Sorprendere le prede è un atteggiamento assunto durante la caccia, e ovviamente più è improvviso e più è efficace; le scatole possono simulare quindi quel nascondino dal quale scattare verso la preda…ed in casa siamo spesso noi le vittime 🙂

Scatole antistress

Uno studio condotto in Olanda, all’Università di Utrecht, ha rilevato che i mici di un gattile, che avevano a propria disposizione alcune scatole, sono quei soggetti che si sono ambientati meglio ed hanno interagito più facilmente con gli umani.

Come abbiamo infatti precedentemente detto, le scatole rappresentano per il gatto quel luogo sicuro dove rintanarsi in caso si senta minacciato, ma anche solo per sentirsi meno vulnerabile. Insomma, un vero e proprio metodo antistress.

Scatole come gioco

Magari è capitato anche a voi di tornare contenti a casa dopo aver appena comprato un simpatico giochino per il vostro micio, ed invece rimanere delusi nel vederlo continuare a preferire quell’insignificante scatola di cartone che voi vorreste tanto eliminare.

E sì, perchè la scatola può diventare un vero e proprio passatempo da mordere, sul quale affilarsi le unghie, dal quale entrare e uscire con scatti improvvisi come se anche questa vivesse di vita propria.

Scatole per stare al caldo

Chi ha avuto a che fare con dei gatti avrà certamente notato che amano il caldo: adorano crogiolarsi al sole, acciambellarsi sui caloriferi, rintanarsi tra cuscini e coperte.
Anche le scatole hanno la capacità di creare un microambiente favorevole per questi eterni freddolosi.

Detto questo, il mio consiglio è quindi quello di lasciare per casa qualche scatola di cartone delle dimensioni idonee, in luoghi tranquilli, in modo che diventino delle vere e proprie “tane” per il nostro amico peloso. Si tratta di un arricchimento ambientale, della cui importanza abbiamo già parlato nell’articolo Arricchimento ambientale: una casa a misura di gatto; può essere sicuramente un aiuto non indifferente per il micio appena adottato e che quindi si deve ambientare alla nuova sistemazione o quando pensiamo che una determinata situazione possa essere stressogena per il nostro gatto (ragionando però in “termini felini” perchè ciò che può essere assolutamente normale per noi può invece essere fonte di stress per il nostro peloso: un trasloco, un ospite, un semplice cambiamento nella disposizione dei mobili dentro casa…).

Segui Pat:

Veterinaria blogger

La laurea in medicina veterinaria è stata la realizzazione del sogno di bambina. Amo la natura e tutto ciò che ci tiene a contatto con la terra e l'universo, e probabilmente questo ha alimentato il mio interesse per la medicina naturale, soprattutto per l'agopuntura in cui ho conseguito un diploma post-laurea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.