Natale e i possibili pericoli per i nostri animali

pubblicato in: Animali domestici | 0

Cominciamo un po’ alla volta a parlare del Natale…”Ma come!!!Manca ancora un mese!!!” E’ la mia classica frase quando, già con molto anticipo (per me troppo anticipo), comincio a vedere pandori e panettoni sugli scaffali del supermercati, torroni, carte e nastrini colorati per impacchettare i regali, presepi nelle vetrine dei negozi, pubblicità di fiere e mercatini…insomma, già da diverse settimane comincia ad aleggiare nell’aria la parola Natale.
Cominceremo a farlo anche noi, ma più per necessità che per desiderio di adeguarsi ad una tendenza di mercato: proteggere i nostri animali dalle piccole insidie che, seppur all’apparenza innocue, potrebbero essere anche molto pericolose per loro.

Pericoli del Natale per gli animali domestici: quali sono e come evitarli

  • DECORAZIONI: da tradizione presepi ed alberi di natale cominciano a comparire nelle nostre case dal giorno dell’Immacolata: è bello vedere la famiglia al completo che si cimenta con muschio, statuine, palle e lucine, un momento di condivisione ma anche di divertimento, soprattutto per i bambini. Ma molto spesso anche i nostri amici a quattro zampe vogliono sentirsi partecipi…Ecco quindi qualche consiglio: 1) non lasciate incustodito nulla che potrebbe essere ingerito e quindi causare occlusioni, invaginamenti o perforazioni intestinali; non è necessario chiudere il proprio animale in un’altra stanza, ma è fondamentale non perderlo mai di vista; 2) non è necessario rinunciare neanche ai vari addobbi, ma è importante posizionarli lì dove non sono raggiungibili dai pelosi di casa; 3) cercate di posizionare l’albero di Natale in un angolo della stanza in modo che difficilmente possa cadere, e lontano da mensole dalle quali un gatto avventuroso potrebbe lanciarsi perchè attirato da luci e lucine. E non fatevi ingannare dall’indole tranquilla del vostro peloso perchè anche il più mansueto potrebbe essere incuriosito.
  • REGALI: E cos’è il Natale senza regali, senza un piccolo pensierino per le persone a noi care? Quindi già con grande anticipo si cominciano a fare pacchi e pacchettini. Ma cosa c’è di più allettante di tante carte dorate e argentate e dei riflessi di luce che sono in grado di creare? Attenzione soprattutto ai nastri che, oltre a poter essere ingeriti, potrebbero diventare spunto di gioco, ma anche costituire un grosso pericolo se il nostro amico a quattro zampe dovesse rimanervi avvolto (a rischio anche di strozzamento). É importante ripulire l’ambiente anche subito dopo aver scartato tutti i pacchetti il giorno di Natale, facendo attenzione anche agli stessi regali, soprattutto se possiedono parti facilmente ingeribili.
  • PIANTE: sono diverse le piante che risultano essere tossiche per i nostri animali, e tra queste c’è la Stella di Natale: le sue foglie contengono un lattice biancastro che causa irritazione cutanea, lacrimazione, gonfiore delle labbra, oltre che vomito e diarrea. Anche il vischio risulta essere tra le piante incriminate, in particolar modo le bacche che se ingerite possono causare persino la morte se non si interviene tempestivamente. É vero, sono belle e aiutano a creare il giusto clima natalizio, quindi se proprio non si riesce a rinunciare alla loro presenza decorativa in casa o si tratta di un regalo ricevuto di cui sarebbe brutto sbarazzarsi, preoccupatevi almeno di posizionarla in un posto non raggiungibile da vostri pets.
  • CANDELE: anche loro aiutano a creare un’atmosfera più suggestiva, un ambiente più caldo ed accogliente, ma se accese possono rappresentare anche un pericolo, non solo per i nostri pelosi che si potrebbero bruciare, ma anche per noi stessi e la casa, perchè se urtandole dovessero entrare in contatto con qualcosa di facilmente infiammabile…Anche in questo caso è importante prestare molta attenzione a dove vengono posizionate.
  • BOTTI DI CAPODANNO: se sembrava presto cominciare fin da ora a parlare del Natale, figuriamoci del Capodanno! Ma tutti gli anni si cominciano a sentire i botti già con molto anticipo. Affronteremo l’argomento tra qualche settimana, anche perchè rappresenta un tema molto importante visto il calvario che molti animali vivono la notte di San Silvestro.
  • CIBO NATALIZIO: ed anche per questo tema bisogna spendere almeno un intero articolo: come mai i giorni di festa sono quelli in cui i pronti soccorsi veterinari sono più affollati? Soprattutto per vomito e diarrea legati a qualcosa che il nostro pet ha mangiato, ma che non avrebbe dovuto (potreste anticipare l’argomento leggendo Alimentazione del cane: consigli per una dieta sana ed equilibrata e  Alimentazione del gatto: consigli per una dieta sana ed equilibrata).

Fate attenzione soprattutto voi che convivete con un roditore, perchè con quei dentini…

Con questi piccoli accorgimenti passerete tutti un Natale sicuramente più sereno…BUONE FESTE A TUTTI!!!

Segui Pat:

Veterinaria blogger

La laurea in medicina veterinaria è stata la realizzazione del sogno di bambina. Amo la natura e tutto ciò che ci tiene a contatto con la terra e l'universo, e probabilmente questo ha alimentato il mio interesse per la medicina naturale, soprattutto per l'agopuntura in cui ho conseguito un diploma post-laurea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.