L’importanza del gioco per il benessere dei nostri animali

pubblicato in: Animali domestici, Animali selvatici | 0

Molto spesso sottovalutiamo la funzione del gioco, soprattutto noi adulti, in questa società ed epoca dove ogni attimo della giornata è scandito, dove abbiamo tutti troppo poco tempo per tutto ciò che non è lavoro o dovere, dove ogni nostra azione deve essere proficua altrimenti ci pare inutile.

Imparare attraverso il gioco

In questa vita all’insegna dell’incastro, l’attività ludica viene quasi completamente tagliata fuori; per fortuna riusciamo ancora a concepirla per i bambini, ma molto spesso senza renderci effettivamente conto sulla sua vera importanza nello sviluppo psico-fisico dell’individuo.

Lo stesso vale per i nostri amici a quattro zampe: tutti gli animali, sia domestici che selvatici, principalmente da cuccioli, attraverso il gioco imparano a socializzare, a misurarsi con gli altri, a mettere in atto tattiche e strategie che potranno poi servirgli una volta adulto; è giocando con i fratellini che un soggetto impara anche a dare un freno al proprio istinto, a modulare la propria forza (pensiamo ad un gattino o cagnolino: è all’interno della cucciolata, con la presenza della madre, che impara a moderare i morsi o l’utilizzo delle unghie, quindi a giocare senza causare danni; è questo un fattore per il quale si consiglia di non adottare un cucciolo prima dei tre mesi di età, perchè verrebbe meno questa fondamentale impronta educativa).

Ma anche da adulti è attraverso il gioco che i nostri animali imparano, comunicano, fanno esperienze, socializzano, scoprono il mondo che li circonda; si tratta di un comportamento innato, ed è dovere di noi proprietari permettere loro di espletarlo, mettendo a disposizione spazi adeguati dove muoversi ed oggetti che possano catturare la loro attenzione. Ma la cosa più preziosa che possiamo regalare loro è parte del nostro tempo per giocare insieme, anche solo una mezz’oretta a giorno una volta rincasati dal lavoro: è il modo migliore per rafforzare il rapporto animale-padrone, ma soprattutto per educarlo (anche tutti gli esercizi che vengono proposti durante i corsi di addestramento cinofilo si basano sul gioco: vengono più facilmente appresi dal cane senza causare stress o stanchezza).

Giocare nel modo giusto

Naturalmente anche le modalità di gioco si devono adattare alla situazione: i cuccioli sono essenzialmente pieni di energia e quindi per loro vanno più che bene giochi dinamici, dove è necessario non solo correre/saltare, ma anche mettere in atto astuzia e strategia; il discorso invece è un po’ diverso per gli animali anziani o malati, seppur l’attività ludica non deve essere mai completamente abbandonata.

Proprio per il significato che l’attività ludica deve avere, siamo noi proprietari che comunque dobbiamo dettare le regole del gioco, e se il soggetto dovesse diventare troppo irruento o iper-eccitato, è importante interrompersi immediatamente e riprendere solo dopo che il nostro amico a quattro zampe si è tranquillizzato.

Ed ora che è arrivata l’estate, perchè non approfittare delle belle giornate per andare al parco con il proprio cane o per fare una scampagnata al lago, mare o montagna, anche solo per il week-end, e giocare insieme? Regalerà anche a noi la possibilità di tornare un po’ bambini.

Ma è anche importante che i nostri cani socializzino con i loro cospecifici, fin da quando sono cuccioli, per evitare che poi da adulti abbiamo paura o manifestino aggressività nei confronti dei loro simili; le aree cani rappresentano il luogo ideale per raggiungere tale scopo, e spesso sono anche attrezzate per svolgere attività fisica, sempre sotto forma di gioco.

Anche i gatti giocano

Seppur ci sembri più indipendente, anche il gatto ha un enorme bisogno di giocare. Teniamo presente che, per loro natura, i mici sono animali curiosi, che necessitano di muoversi anche in altezza; nel corso dei decessi però, cambiando il rapporto uomo-animale e quindi il modo di vedere questo animale, un po’ di questo istinto si è ridimensionato, ma a volte la loro situazione, questa costrizione obbligata, può essere per loro causa di forte stress e quindi di disturbi comportamentali. Proprio per questo è molto importante l‘arricchimento ambientale, affinchè sia su misura per un gatto, e mettere a disposizione giochi o oggetti vari.

LEGGI ANCHE:

Linguaggio dei cani: imparare a comprenderlo

 

 

Segui Pat:

Veterinaria blogger

La laurea in medicina veterinaria è stata la realizzazione del sogno di bambina. Amo la natura e tutto ciò che ci tiene a contatto con la terra e l'universo, e probabilmente questo ha alimentato il mio interesse per la medicina naturale, soprattutto per l'agopuntura in cui ho conseguito un diploma post-laurea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.