polpette-di-ricotta-al-sugo

Polpette di ricotta al sugo con Monsieur Cuisine Plus

pubblicato in: Cucina | 0

Spesso la compro, poi rimane nel frigo e arriva quasi alla scadenza, quindi in fretta in furia cerco di capire come utilizzarla in cucina. Non capita così anche a voi con la ricotta? Se ne avete un po’ in frigo adattate questa ricetta alle dosi della ricotta rimasta e preparate le polpette di ricotta al sugo con Monsieur Cuisine Plus. Successo assicurato!

Ingredienti per polpette di ricotta al sugo

Per le polpette

  • 500 g ricotta
  • 150 g parmigiano reggiano
  • 100 g pecorino
  • Prezzemolo qb
  • 2 uova
  • 150 g pangrattato
  • 5 g noce moscata
  • Pepe nero qb
  • Sale fino qb

Per il sugo

  • 30 g di olio
  • 200 g di acqua
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 500 g di passata di pomodoro
  • Sale fino qb
  • Pepe qb

Procedimento

  1. Come prima cosa iniziamo a preparare le polpette: inserire nel boccale il parmigiano, il pecorino, il prezzemolo e impostare velocità 7 per 30 secondi.
  2. Inserire la ricotta, le uova, il pangrattato, la noce moscata, il sale e il pepe e impostare velocità 4 per un minuto. Aiutatevi con la spatola per ordinare il composto verso il basso.
  3. Formare le polpette con l’impasto e posizionarle nel vassoio per la cottura a vapore.
  4. Ora tocca al sugo: tagliuzzare la carota, il sedano e la cipolla impostando velocità 7 per 50 secondi.
  5. Inserire l’olio e soffriggere impostando 100° a velocità 2 per 3 minuti.
  6. Aggiungere la passata, l’acqua, il sale, il pepe e posizionare sopra il vassoio impostando cottura a vapore.
  7. Quando le polpette saranno cotte, servirle su un piatto da portata con sopra il sugo pronto.
Segui Mara Saru:

Fondatrice

Sono una viaggiatrice. Sono anche una maniaca dell'organizzazione e amo fotografare porte colorate. Adoro il cibo e spesso mi diletto a cucinare con il mio Monsieur Cuisine Plus!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.