Cosa fare a Napoli quando piove? Consigli salva-giornata

pubblicato in: Italia | 0

Immaginatevi a Napoli durante un weekend piovosissimo e noiosissimo. Non per tirarvela ma purtroppo può capitare. Cosa fare a Napoli #quandopiove? Sbirciate tra i miei consigli salva-giornata!

Se poi non piove puoi sempre leggere come visitare Napoli in due giorni.

Provare le sfogliatelle di Pasticceria Attanasio

Parliamone… Il mio primissimo viaggio a Napoli risale al 2002. Eravamo un gruppetto di ragazzi e ragazze che si era conosciuto durante un bel viaggio a Londra. Andavamo a trovare tre amici, napolitani doc. Ricordo ancora molti dei posti visitati ma fra tutti la Pasticceria Attanasio è quello che mi è rimasto nel cuore e dove sono tornata più volte durante questi anni.
La posizione, proprio di fronte alla Stazione Centrale, in Vico Ferrovia 2, permette di ricordarsi bene di questo forno che a ogni ora sforna sfogliatelle caldissime e – neanche a dirlo – buonissime!
Passarci un po’ di tempo, assaggiando i suoi dolci, può essere la soluzione giusta per coccolarsi mentre fuori piove. Scegliete tra quella riccia e quella liscia oppure… provatele entrambe.

Andare a fotografare la stazione di Toledo

Conosciuta come la stazione della metropolitana più bella d’Europa, la stazione di Toledo può diventare la meta perfetta #quandopiove a Napoli. È al coperto, incanta per la sua scenografia, racchiude gran parte dello spirito della città, ed è tutta da fotografare. Cosa volere di più?
Lo spazio è stato progettato dall’architetto catalano Oscar Tusquets Blanca e ha visto l’affluenza di tanti artisti come William Kentridge che si è occupato dei mosaici ispirati ai miti mediterranei, al Vesuvio e all’iconografia napoletana; e Bob Wilson che ha dato il meglio di se con i pannelli lenticolari e la riproduzione delle onde del mare.

Visitare il Pan

Il Palazzo delle Arti di Napoli si trova all’interno dello storico Palazzo Carafa di Rocella in via dei Mille, ed è aperto tutti i giorni (tranne il martedì), dalle 9.30 alle 19.30. di domenica la chiusura è anticipata alle 14.30.

All’interno troverete oltre 6000 mq di spazi espositivi, consultazione e strumenti per lo studio delle opere e dei protagonisti dei linguaggi dell’arte contemporanea.
Se capiti in questo periodo c’è la mostra di Escher! Leggi il nostro approfondimento su Escher e la sua arte.

 

Un giro nella Napoli sotterranea

napoli-sotterranea-locandina

Scelta perfetta per trascorrere un paio di ore, imparando molto e divertendosi. Tutte le info su come visitare Napoli sotterranea le trovate qui. In più potete leggere un approfondimento nel mio articolo sulle città sotterranee che ho visitato.

Giocare a fare gli artisti da Gambrinus

Our perfect start : coffee & babbà at Caffè Gambrinus with my boys @paolostella @marinoivano ☕️🇮🇹 #Napolibella #thepreferredlife

Una foto pubblicata da Eleonora Carisi (@eleonoracarisi) in data:

La caffetteria storica di Napoli, quella nata nel 1860 e oggi punto di riferimento dei nostri politici e perfino dal Papa che vi ha fatto colazione nel 2015, è Gambrinus e si trova in via Chiaia 1/2 proprio di fronte a piazza del Plebiscito. Oltre a un arredamento da far invidia alle migliori caffetterie parigine, fatto di quadri e poltrone direttamente dalla Belle Epoque, l’eleganza del Gambrinus si ritrova nei suoi prodotti, dove tra tutti spicca il babà al rum e il caffè, servito come vuole l’antica ricetta napoletana.
Il fascino del locale aumenta se vi dico che a frequentarlo furono grandiosi artisti e intellettuali come Wilde, D’Annunzio, Hemingway e la Principessa Sissi?

Innamorarsi del mare sotto la pioggia

Infine, non perdetevi il gusto di ammirare il mare calmo (o burrascoso che sia) sotto la pioggia. Vi assicuro che è uno spettacolo unico e se siete a Napoli, città marittima per eccellenza, sarà inevitabile ritrovarsi sul lungomare e buttare un’occhio all’orizzonte scuro. Per farlo andate a Posillipo, oppure a Mergellina, una zona di Napoli affascinante e piena di ristorantini di pesce da provare.

Segui Mara Saru:

Fondatrice

Sono una viaggiatrice. Sono anche una maniaca dell'organizzazione e amo fotografare porte colorate. Adoro il cibo e spesso mi diletto a cucinare con il mio Monsieur Cuisine Plus!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.