Aria condizionata ed animali domestici

pubblicato in: Animali domestici | 0

L’estate è una stagione fantastica! Il “letargo” invernale è ormai alle spalle, si passa molto più tempo all’aria aperta, si fanno molte più gite e ovviamente un po’ per tutti è tempo di vacanza. Quando però le temperature sono particolarmente alte, fisico e psiche ne risentono, questo sia negli esseri umani che negli animali; si conoscono bene infatti i rischi per cani e gatti, che facilmente sono vittime di colpi di calore .

Bene ricorrere quindi ai diversi rimedi che abbiamo a disposizione per alleviare un intenso e fastidioso calore. Quello più in uso al giorno d’oggi, ormai presente nella maggior parte dei luoghi chiusi – incluse le case private – è il condizionatore.

Ma è salutare l’aria condizionata per i nostri amici a quattro zampe?

Aria condizionata: benefici e rischi

Come abbiamo detto poco sopra, l’aria condizionata offre un certo sollievo in caso di calore molto intenso; teniamo in considerazione che i nostri animali non sudano, se non attraverso i cuscinetti plantari, ed espellano il calore in eccesso attraverso la respirazione.

É importante quindi che l’ambiente non sia eccessivamente afoso e caldo, soprattutto per gli animali anziani e cardiopatici

L’aria condizionata regala un refrigerio immediato e piacevole, quindi ha sicuramente i suoi pro per quanto abbiamo detto fino ad ora, è bene utilizzarla ma con moderazione e tenendo in considerazione alcuni punti importanti.

Sintomi respiratori (quali scolo nasale e tosse) possono manifestarsi a causa dell’utilizzo inappropriato dell’aria condizionata; inoltre l’eccessiva deumidificazione dell’aria comporta secchezza delle mucose delle via respiratorie.
Particolarmente a rischio sono i soggetti anziani e quelli che presentano affezioni respiratorie.

Un colpo di freddo può ripercuotersi anche sull’apparato digerente e causare diarrea .

Aria condizionata: come utilizzarla

Per proteggere i nostri animali da questi rischi legati all’aria condizionata (ma le stesse precauzioni valgono anche per noi proprietari) la temperatura non dovrebbe essere più bassa dei 22°C. É meglio inoltre direzionare il getto verso l’alto in modo che non colpisca direttamente i nostri pelosi.

Molto dannosi sono anche gli sbalzi di temperatura: è facile infatti camminare per strada sotto il sole cocente e poi entrare in un locale, al supermercato, salire sui mezzi pubblici dove le temperature sono decisamente più basse; questo ovviamente causa uno stress a livello fisico (seppur la sensazione sia fantastica!), favorendo l’insorgenza di manifestazioni cliniche.

Attenzione anche all’aria condizionata in macchina.

Come proteggere dal caldo i nostri animali

A quali altre soluzioni è possibile ricorrere per aiutare i nostri animali nelle giornate più calde?

La ventilazione naturale è sempre la migliore: basta aprire le finestre per favorire la circolazione dell’aria e creare una leggera brezza.
Anche il ventilatore potrebbe essere una valida alternativa al condizionatore, è necessario comunque osservare alcune regole di base: bisogna fare in modo che gli animali non vengano colpiti direttamente dall’aria, l’ideale sarebbe quindi posizionarlo su un ripiano; questo eviterebbe anche eventuali incidenti, cani e gatti infatti – curiosi o solo distratti – potrebbero toccarlo mentre è attivo, così ferendosi.

L’acqua fresca deve essere sempre a disposizione dei nostri amici a quattro zampe! E’ importante soprattutto in estate, quando l’idratazione gioca un ruolo molto importante.

Bisogna evitare le passeggiate nelle ore più calde della giornata, non lasciare i nostri amici sul balcone o in giardino se non ci sono zone riparate e all’ombra.

LEGGI ANCHE:

Diarrea nel cane e gatto: possibili cause e rimedi

Autunno e primi malanni di stagione: prevenzione e cura con i rimedi naturali

Segui Pat:

Veterinaria blogger

La laurea in medicina veterinaria è stata la realizzazione del sogno di bambina. Amo la natura e tutto ciò che ci tiene a contatto con la terra e l'universo, e probabilmente questo ha alimentato il mio interesse per la medicina naturale, soprattutto per l'agopuntura in cui ho conseguito un diploma post-laurea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.