Musica rilassante per cani: quali sono i benefici?

pubblicato in: Animali domestici | 0

Non c’è bisogno di leggere ed informarsi per sapere che la musica gioca un ruolo benefico su noi esseri umani: in un modo o nell’altro è presente nella vita di tutti e si ricorre ad essa sia nei momenti gioiosi che in quelli più tristi (proprio per aiutarci a risollevare il nostro stato d’animo o, per i più masochisti, continuare a crogiolarsi nella malinconia). Ognuno l’avverte in modo diverso, riesce a stimolare emozioni diverse, l’importante è l’effetto positivo che ha sulla mente e sullo spirito di chi l’ascolta.

Ma l’avreste mai detto che la musica svolge un effetto rilassante anche sui cani (così come su qualsiasi altro animale)?

Effetto rilassante della musica sui cani

Soprattutto alcuni tipi di musica rispetto che altri riescono ad alleviare le tensioni, a ridurre lo stress, un beneficio che si avverte prima psicologicamente per poi estendersi a tutto l’organismo.

Quest’azione positiva può venire sfruttata positivamente dai proprietari dei cani in diverse situazioni: una musica rilassante è molto utile per i cani particolarmente agitati, per quelli che soffrono quando rimangono da soli in casa (e che soffrono della così detta Ansia da separazione), per i soggetti particolarmente paurosi (soprattutto in determinate circostanze, ad esempio duranti i temporali, a Capodanno quando i botti causano un vero tormento interiore a volte difficilmente gestibile, o durante un viaggio in macchina…).

Ovviamente per avere dei risconti positivi sono necessari tempo e pazienza, ma la musicoterapia (perchè anche di questo si tratta) abbinata ad una terapia comportamentale, può dare dei buoni risultati nella risoluzione di alcune problematiche.

É bene abituare anche i cuccioli all’ascolto di musica classica: sembra che possa giovare sul loro sviluppo, avendo così da adulti dei soggetti più equilibrati e meno inclini all’aggressività.

Effetti della musica sui cani: cosa dicono gli studi

Diversi studi hanno dimostrato l’efficacia della musica sul comportamento animale.

Una ricerca condotta da Deborah Wells, comportamentista, ha messo in evidenza come alcuni tipi di melodia sono più efficaci rispetto ad altri: molto rilassante sui cuccioli è la musica classica, mentre quella pop e radiofonica non sortiscono gli stessi effetti.

I benefici della musica sui cani è stata dimostrata anche in ambito clinico; Alianna Boone ad esempio, musicista statunitense, ha condotto un esperimento nel suo studio: i cagnolini ospedalizzati tendevano ad avere una frequenza cardiaca più bassa quando veniva riprodotta una rilassante musica ad arpa, e questo ha comportato una più veloce loro ripresa anche dai problemi di salute.

I cani tendono a sentirsi infastiditi dagli strumenti a percussione (e si può ben immaginare il perchè: gli animali non amano i rumori forti, e questi suoni ricordano molto ad esempio i fuochi d’artificio).
Inoltre, secondo certi studi, sembra che i cani non amino la parola “No” contenuta nei testi perchè viene associata ad un divieto o a un rimprovero (spesso viene utilizzata quando vogliamo riprendere il nostro cane o per impedirgli di fare qualcosa a noi poco gradito).

Alcuni suggerimenti

In conclusione posso quindi suggerirvi di abituare fin da cuccioli i vostri amici pelosi alla musica, basta metterla come sottofondo quando siete in casa, mentre pulite o preparate la cena; ovviamente dovrete optare per alcune tipologie specifiche perchè, come appena spiegato, non tutte apportano gli stessi effetti e quindi benefici a livello psicofisico.
Lo stesso fate se dovete lasciare il vostro cane a casa solo e sapete che si agiterà appena varcherete la soglia: la musica, oltre a rilassare, può rappresentare una compagnia (soprattutto se l’animale è già abituato ad ascoltare certi suoni in vostra presenza, anche quando non sarete con lui si sentirà meno solo, non sarà costretto al silenzio assoluto per tanto tempo).

On line ed in commercio potete trovare piattaforme, cd e playlist musicali studiati apposta per i quattro zampe; sono disponibili persino delle applicazioni scaricabili su smartphone.

LEGGI ANCHE:
Disturbi comportamentali in cani e gatti: cause e rimedi

Segui Pat:

Veterinaria blogger

La laurea in medicina veterinaria è stata la realizzazione del sogno di bambina. Amo la natura e tutto ciò che ci tiene a contatto con la terra e l'universo, e probabilmente questo ha alimentato il mio interesse per la medicina naturale, soprattutto per l'agopuntura in cui ho conseguito un diploma post-laurea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.