viaggio-in-salento-porto-cesareo

Viaggio in Salento: tutto quello che c’è da sapere per organizzare al meglio le vacanze!

pubblicato in: Italia | 0

Oggi torno a parlare di una delle mie destinazioni italiane preferite: il Salento. Puro, genuino, ormai affollato da onde di turisti giovanissimi, ma sempre attaccato alle sue tradizioni, il Salento è una meta di viaggio ambita, soprattutto tra la primavera e l’autunno, raggiungendo il suo apice (merito del suo mare meraviglioso) in estate.
Vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere per organizzare il perfetto viaggio in Salento: dove dormire, cosa fare e vedere, dove fare il bagno in estate e (soprattutto) cosa mangiare!

Viaggio in Salento: dove dormire

Iniziamo subito a parlare di alloggi. Trovare un hotel in Salento, soprattutto in alta stagione, può richiedere un’enorme mole di tempo e tantissima perdita di pazienza (considerando prezzi e disponibilità se non ci si muove in tempo). Se non siete mai stati in Salento risulta anche difficile capire dove posizionarsi e cercare una sistemazione: sono sicura che il vostro desiderio è quello di girare in lungo e in largo la zona, godere delle sue spiagge, raggiungere facilmente i posticini incantati della bassa Puglia.

Per questo ci tengo a segnalare una speciale casa vacanze in Salento, a Porto Cesareo, chiamata Garden House Il Poggio.
Garden House è una casa vacanze perfetta perché situata in posizione strategica, a Poggio, Porto Cesareo, da dove si può raggiungere comodamente Gallipoli, Porto Selvaggio e tutte le più belle spiagge di Porto Cesareo!

casa-porto-cesareo
Garden House Il Poggio, Porto Cesareo

La casa è composta da due ville completamente indipendenti. Ma vediamo insieme come sono queste due ville: c’è un giardino in comune per più famiglie o gruppi; gli appartamenti possono arrivare ad accogliere fino a 12 persone (più 4 bambini) e sono situate all’interno di una proprietà privata interamente recintata per un’area di circa 2000 mq di giardino; ci sono 4 camere da letto, 2 bagni completi con box doccia, 2 aree adibite a soggiorno-pranzo open space con angolo cottura; entrambe hanno una veranda: una coperta, l’altra scoperta, ombreggiata da grandi alberi.

porto-cesareo-casa-esterni
Garden House Il Poggio, Porto Cesareo

Ciò che lascia estasiati di questo complesso è il rigoglioso giardino ben curato, con vialetti pavimentati, posto ideale per rilassarsi.
Per scoprirne di più e richiedere un piccolo preventivo per il vostro viaggio in Salento, a Porto Cesareo, cliccate qui oppure visitate la pagina Facebook @gardenhouseilpoggio!

Viaggio in Salento: cosa vedere

Il Salento non è solo mare! Anzi… Durante un viaggio in Salento non si può non includere la visita a Lecce – ci troviamo a 30 km dalla casa vacanze che vi ho segnalato prima – (se il vostro viaggio si svolgerà in primavera sarà ancora più bello girare nel centro storico di Lecce, ve lo assicuro!).

viaggio-in-salento-lecce
Lecce di sera

Lecce è la città più importante di tutto il Salento e una vera e propria galleria d’arte a cielo aperto: ne rimarrete ammaliati. Per visitare Lecce vi basterà lasciare la macchina al di fuori del centro storico e poi immergervi tra i suoi vicoli e le sue stradine a caso, senza guida: perdetevi, passeggiando con il naso all’insù, ammirando gli edifici e le chiese costruite con la pietra locale. Cercate di fare un salto al Monastero del Oliveti e di entrare nei suoi due chiostri contigui!

viaggio-in-salento-lecce-vicoli
Vicoli di Lecce

Altro posticino da visitare durante un viaggio in Salento è Otranto – meno di un’ora di distanza da Garden House -, la città del Salento e d’Italia che per prima vede l’alba del nuovo giorno! A Otranto potrete visitare il Castello Aragonese e la Chiesetta di San Pietro (di origine bizandina). Il passaggio delle dominazioni greche, bizantine e aragonesi si vede, ha lasciato il segno in tutto il borgo. A Otranto – se il tempo e le temperature lo permettono – potrete anche concedervi un bagno veloce nelle sue acque cristalline.

A Corigliano d’Otranto, appena 24 km da Otranto, non perdete l’occasione di visitare il suo castello: si racconta che una donna fantasma vivi ancora tra le mura della fortezza! Anche Castro Marina (21 km da Otranto) può essere una tappa da includere nel vostro itinerario: l’Eneide racconta che questo fu il punto di approdo di Enea.

viaggio-in-salento-specchia
Borgo di Specchia in Salento

Siete amanti dei piccoli borghi? Allora vi consiglio Borgo di Specchia, con le sue tipiche costruzioni in pietra leccese, considerato uno dei borghi più belli d’Italia; Borgo di Presicce, dove si trova una bellissima città sotterranea composta da antichi frantoi usati per produrre olio; e Leuca – altra destinazione a meno di un’ora di distanza da Garden House Il Poggio -, il punto più a sud del Salento, perfetta destinazione per guardare il sole che si tuffa nel mare a fine giornata! Per regalare un tocco di autenticità al vostro viaggio in Salento fate sosta a Martano e a Melpignano a Calimera, più originali che mai.

Viaggio in Salento: cosa fare

Vi trovate in viaggio in Salento ma siete dei tipi attivi a cui piace dedicare un po’ di tempo a attività e sport anche quando non siete a casa? Allora questo paragrafo è tutto per voi!

In Salento troverete la possibilità di cimentarvi in molti sport acquatici, come il canottaggio, il kitesurf, la canoa per la costa e ovviamente lo snorkeling e il diving. Per le attività subacque molto interessanti sono le zone a largo di Santa Maria di Leuca, ricche di pesci e crostacei, e a largo di Gallipoli, dove si trova il famoso relitto Caterina Madre, una nave armata risalente alla Seconda Guerra Mondiale.

viaggio-in-salento-diving
Diving in Salento

In Salento si possono anche programmare rilassanti passeggiate a cavallo sulla spiaggia, oppure passeggiate trekking nella natura incontaminata (soprattutto nel territorio di Specchia).

Viaggio in Salento: eventi a cui partecipare

Il Salento pullula di eventi in quasi tutti i mesi dell’anno. Vi segnalo quelli più importanti, a cui dovrete (obbligatoriamente) partecipare se vi trovate in viaggio durante il periodo della manifestazione:

  • L’Alba dei Popoli a Otranto:

    Questo evento si svolge tutti gli anni a Capodanno e offre la possibilità di ammirare la prima alba dell’anno in anteprima nazionale da Punta Palascia, il punto più orientale della nostra Italia.

  • Il Carnevale di Gallipoli:

    Un evento dalla tradizione antica, che affonda le sue radici nell’epoca medioevale. Ogni anno il Carnevale di Gallipoli inizia il 17 gennaio con il rito propiziatorio del fuoco, che viene dedicato a Sant’Antonio Abate, e continua rispettando le date annuali dei carnevali d’Italia.

  • Canti della Passione a Grecia Salentina:

    L’evento pasquale più sentito di tutto il Salento.

  • La notte della Taranta:

    Come non menzionare la manifestazione estiva per eccellenza, che negli anni ha trovato posto tra i più importanti eventi di tutta Italia. Musica, balli tradizionali, spettacoli a non finire sono in programma per tutto il mese di agosto in diversi comuni del Salento, per concludere tutto con il concertone di Melpignano!

viaggio-in-salento-pizzica
Salento, pizzica
  • La Festa di San Rocco: la danza delle spade a Torre Paduli:

    La festa inizia la notte del 15 Agosto, subito dopo la conclusione delle processione rituale che trasporta la statua di San Rocco tra le vie di Torre Paduli, per terminare all’alba del giorno dopo, quando le folle di giovani che fino a poche ore prima si sono scatenate a suon di tamburelli, lasciano spazio alla tipica fiera in onore del Santo.

  • La Festa della municheddha di Cannole:

    L’evento culinario si svolge tutti gli anni dal 10 al 13 agosto ed è considerato uno dei più antichi del Salento, nonché più tipico e tradizionale. Quattro serate di salentinità scandite da pizzica, canti, balli e il sapore della municeddha preparata soffritta, arrostita e al sugo.

Viaggio in Salento: dove fare il bagno

Difficile offrirvi una lista approfondita di quelle che sono le più belle spiagge del Salento! Ci provo lo stesso.

viaggio-in-salento-mare
Mare in Salento

Iniziamo da uno dei posti che mi ha affascinato di più durante il viaggio in Salento: Porto Selvaggio, denominato anche i Caraibi del sud Italia. Porto Selvaggio si trova nel comune di Nardò e si raggiunge facilmente da Porto Cesareo, trovandosi a 18 km di distanza. Qui l’acqua è di uno speciale blu cobalto e la spiaggia è bianca e finissima.

Altra spiaggia vicinissima a Porto Cesareo è Punta Prosciutto, tutta fatta di sabbia finissima e acqua trasparente, con splendide dune e macchie di vegetazione.

Sapete poi che a Porto Cesareo c’è la spiaggia più lunga del Salento? Si estende lungo Torre Lapillo ed è strepitosa!
I Caraibi dello Ionio invece si trovano vicino Gallipoli, a Punta Suino, una spiaggia circondata da una vasta pineta, dal fondale basso e colori strepitosi.

viaggio-in-salento-punta-suino
Salento, Punta Suino

Vicino a Melendugno si trova la baia di Torre dell’Orso, dove a pochi metri spiccano i due faraglioni della spiaggia delle Due Sorelle, altra tappa imperdibile se volete fare il bagno durante il vostro viaggio in Salento.

Viaggio in Salento: cosa mangiare

Uno tra gli aspetti migliori del viaggio in Salento? La sua cucina squisita! Ecco cosa non potrete fare a meno di mangiare durante la vostra permanenza.
Iniziamo dal rustico leccese, un medaglione di pasta sfoglia burrosissima ripieno di pomodoro, mozzarella e… (si, si, si) besciamella. Lo ammetto: io non amo particolarmente la pasta sfoglia, ma questo rustico è buonissimo.

Rimanendo sul filone “cibi che ci apriranno lo stomaco”, le pittule sono un antipasto perfetto – palline di pasta fritta – da provare prima di una cena.

Per una pausa pranzo veloce provate la mitica puccia, un pane condito e ripieno in diversi modi, oppure la più nota frisa – una sorta di medaglione duro da reidratare nell’acqua -, condita con cipolla e pomodoro fresco. Per una pausa pranzo più lunga invece concedetevi cicei e tria, uno dei piatti più famosi della tradizione salentina: si tratta di un primo piatto a base di ceci e una pasta sottile e fritta. Oppure le sagne, una pasta fatta in casa, dalla forma a elica, condita con pomodoro, basilico e ricotta.

A cena largo a pesce fresco e ai gamberi rossi di Gallipoli. Per assaggiare qualcosa di davvero locale la scapece gallipolina, pescetti fritti marinati in mollica di pane imbevuta di aceto e zafferano.

In tantissimi ristoranti del Salento troverete le municeddhe (a cui è dedicata anche un’importante sagra in estate). Le municeddhe sono le lumache con guscio marrone e si mangiano in diversi modi: al sugo, con cipolla, al forno.

Parliamo di dolci! Sono convinta che tutti voi sapete qual è il dolce salentino per eccellenza. Sto parlando ovviamente del pasticciotto leccese: una pasta frolla cotta in forno, farcita di crema pasticcera! Questo dolce si può mangiare in qualsiasi momento della giornata: a colazione, pranzo, cena e merenda ovviamente.

Un post condiviso da apuliantouch 💙 (@apuliantouch_) in data:

Per dissetarvi dalle vostre lunghe giornate al sole, o in giro per il Salento, c’è il caffè con ghiaccio e latte di mandorla, una bevanda amatissima dalla gente del posto.
Non dimentichiamoci poi che il Salento è anche terra di vini e i vitigni molto famosi: da provare per accompagnare le vostre cene il Negramaro, il Salice e la Malvasia.

Segui Mara Saru:

Fondatrice

Sono una viaggiatrice. Sono anche una maniaca dell'organizzazione e amo fotografare porte colorate. Adoro il cibo e spesso mi diletto a cucinare con il mio Monsieur Cuisine Plus!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.