isola-delba-toscana

Cosa fare all’isola d’Elba per una vacanza da ricordare

pubblicato in: Italia | 0

L’isola d’Elba è la più grande isola dell’Arcipelago Toscano e la terza per grandezza fra quelle italiane, dopo la Sicilia e la Sardegna.

È una terra unica che offre non solo un clima mite e temperato, dove l’afa non è mai asfissiante o afosa e il freddo non è mai pungente, ma anche una natura incontaminata, ricca e lussureggiante e un mare unico per la sua bellezza e la sua trasparenza.

Gli scorci che regala il territorio elbano, con la Corsica che si staglia all’orizzonte e le tante altre isolette raggiungibili dall’Elba, rendono un viaggio in questo angolo della Toscana un vero e proprio toccasana rigenerante per tutti i tipi di turisti.

Chi ama il mare, o chi è più interessato al lato naturalistico o chi invece predilige la cultura e i musei, tutti avranno pane per i loro denti in un’isola d’incanto come questa. Arrivarci è molto semplice: basta prendere un traghetto da Piombino con destinazione uno dei tre porti elbani (Portoferraio, Cavo, Rio Marina) e, grazie ai siti con cui fare un confronto prezzi biglietto tratta traghetti da Piombino a Portoferraio o a un altro degli attracchi isolani, si potrà anche risparmiare sul costo del viaggio e verificare la possibilità di portare con sé il proprio mezzo di trasporto, auto o moto che sia, così da regalarsi qualche giorno alla scoperta di Elba on the road.

Le spiagge dell’isola d’Elba

Un post condiviso da Isola d’Elba (@elbamylove) in data:

Alcuni scorci e tratti del litorale dell’isola d’Elba sono da cartolina e fanno invidia anche al più paradisiaco e caraibico dei paesaggi. Cavoli, Fetovaia, Punta Massellone, Acquaviva, Laconella, Sansone e Seccheto sono note per il loro mare turchese e per la sabbia che può essere bianca e finissima o composta da levigata ghiaia.

Le altre isole dell’Arcipelago Toscano

L’isola d’Elba è al più grande dell’Arcipelago Toscano ma chi si trova in vacanza sul territorio elbano non può lasciarsi scappare l’occasione di visitare anche Pianosa, Capraia e il Giglio. La natura incontaminata e le specie animali, soprattutto marine, che popolano queste terre sono uniche, così come il mare trasparente e azzurro che le costeggia.

Il Parco Minerario

Il settore minerario ha segnato l’economia dell’isola che conserva ancora intatti i sentieri e i luoghi in cui i minatori spendevano le loro giornate guadagnandosi duramente il pane. Molto estesa e ben strutturata è la miniera locata in prossimità di Rio d’Elba, dove le escursioni sono organizzate in trenini che visitano gli antichi percorsi minerari e permettono anche di diventare minatori per gioco.

I musei dell’Elba

Con i ritrovamenti archeologici risalenti fino all’epoca degli antichi greci, etruschi e romani, l’isola d’Elba custodisce un Museo Civico Archeologico di prestigioso valore culturale. Il Museo delle Residenze Napoleoniche invece è un complesso che unisce i palazzi usati per l’accoglienza di Napoleone Bonaparte durante gli anni in cui fu esiliato proprio su quest’isola.

Benessere all’Elba

Un post condiviso da Enjoy Elba (@enjoy_elba) in data:

Tra le Terme di San Giovanni e l’ottima cucina locale, trovare come rigenerarsi all’isola d’Elba suscita l’imbarazzo della scelta. Il complesso termale è immerso in un giardino immenso e ben tenuto dove i trattamenti benessere sono legati a doppio filo ai preziosi elementi ricavati dall’acqua marina. Per il cibo, invece, c’è da decidersi se preferire i piatti ricavati dal pescato o dall’agricoltura e allevamento isolani. In particolare? Miele, formaggi caprini, funghi e oli.

Segui Mara Saru:

Fondatrice

Sono una viaggiatrice. Sono anche una maniaca dell'organizzazione e amo fotografare porte colorate. Adoro il cibo e spesso mi diletto a cucinare con il mio Monsieur Cuisine Plus!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.