Bormio terme. E il relax è servito!

Bormio terme. E il relax è servito!

postato in: Italia, Lombardia | 0

“30 lunghissimi anni che frequento Bormio e ancora non ho messo piede alle terme” – è quello che ho pensato a novembre, quando con la mia famiglia abbiamo deciso di trascorrere il Natale a Bormio.
Convinta che quest’anno mai e poi mai avrei potuto lasciarmi scappare l’occasione di concedermi una giornata di puro relax, grazie all’aiuto dell’ufficio turistico di Bormio ho organizzato la mia vigilia di Natale – indovinate un po’? – proprio alle terme!
Così mentre la sera del 23 andavo ripetendo per casa – Domani vado alle terme, domani vado alle terme – giuro, l’ho fatto! – la mattina dopo, alle 10 del mattino, ero già davanti al banco informazioni pronta a raggiungere il paradiso…

Perché le terme a Bormio

Molti turisti legano il nome di Bormio allo sci e alle passeggiate nel verde, ma Bormio è famosa – fin dall’antichità – anche per le sue acque termali. Pensate che ai piedi delle Alpi scaturiscono ben 9 sorgenti di acqua termale, con un’escursione termica tra i 38 e i 41°. Approfittando di questo tesoro, nel 1913 si decide di avviare i primi lavori di quello che diventerà lo stabilimento di Bormio Terme.
Ad alimentare gli impianti di Bormio Terme è l’acqua che deriva dalla sorgente Cinglaccia. Questo tipo di acqua ha molte proprietà terapeutiche, come ad esempio benefici nelle cure delle malattie respiratorie, delle affezioni della sfera genitale e in quelle di tipo reumatico e uricemico. L’acqua della sorgente Cinglaccia è buona anche da bere e produce benefici alla digestione.
Oltre alle proprietà curative Bormio Terme SPA è riuscito negli ultimi anni a creare un centro di benessere e di relax affacciato direttamente sulle Alpi, che vi consiglio caldamente di visitare.

Entrare alle terme di Bormio

terme-bormio-mattia

Bormio Terme SPA si trova in via Stelvio 14, a pochi passi da via Roma – il viale principale di Bormio.
Per entrare alle terme occorre il biglietto d’ingresso – i prezzi variano a seconda della stagione e dell’età, ma possiamo dire che generalmente ci vogliamo dai 21€ ai 26€ a persona – e un proprio costume da bagno. Cuffie, ciabattine e asciugamani possono essere noleggiati direttamente sul posto oppure potete portarle voi da casa.
Ogni ospite ha diritto a un proprio armadietto personale. Una volta entrati infatti vi verrà lasciato in dotazione una specie di orologino con cui richiedere il numero dell’armadietto, aprirlo e chiuderlo. Il pass serve anche per entrare in alcune zone speciali delle terme – come quelle che si trovano al secondo piano e di cui parleremo dopo – quindi tenetelo sempre con voi.
Quando sarete pronti, con costume, cuffia, ciabattine e accapatoio, passate per le docce per bagnarvi e poi iniziate il percorso benessere.

Il percorso benessere

bormio-terme-io

Con il vostro biglietto d’ingresso potrete accedere all’area sport e benessere. In quest’area, situata su tre livelli, si trovano piscine riscaldate in cui concedersi una nuotata, diverse vasche termali, il solarium, il parco, ricco di sdraio e chaise-lounge dove rilassarsi, e un acqua-scivolo di ben 60 metri, divertente, dedicato ai più piccoli (e non!). Questa zona è accessibile a tutti.

Le vasche termali che si trovano al primo piano sono sia interne che esterne. Ovviamente se capitate d’inverno lo spettacolo di poter fare il bagno fuori, mentre piove/nevica/tira vento, è unico! Sempre al primo piano si trova una grande zona relax, un bar dove potersi rifocillare e una tisaneria/yogurteria.
La piscina olimpionica è molto grande e affaccia direttamente sulle case e i viali di Bormio.

Al secondo piano invece domina un’area dedicata agli adulti, dove è possibile fare quello che le terme di Bormio chiamano il percorso SempreVerde. In breve il percorso SempreVerde vi porta a immergervi in una vasca termale piena di magnesio, concedervi una pausa a base di tisana al timo, per poi iniziare con la biosauna e concludere il tutto con la vasca gelata che riattiva la circolazione, senza dimenticare un salto alle docce emozionali aromatizzate (ce ne sono 3). In seguito potete alternare bagno con sauna e/o bagno turco.
Il mio consiglio è di lasciarvi guidare dallo staff che ho trovato davvero ben preparato e pronto ad aiutarmi e a chiarire ogni dubbio in fatto di circolazione e benessere derivato dalle cure termali. Attenzione: in questa zona la parola d’ordine è rilassarsi, quindi non alzate troppo la voce!

L’ingresso a Bormio Terme è valido per un’intera giornata, quindi entrando nello stabilimento puoi rimanere quanto vuoi, l’importante è prepararsi almeno 30 minuti prima dell’orario di chiusura. Ricorda di portare con te, un po’ di bagnoschiuma e/o di shampoo da poter utilizzare alla fine dei tuoi percorsi

Cosa mi è piaciuto di Bormio Terme


Di Bormio Terme mi è piaciuto praticamente tutto.
La prima cosa che ho notato è la presenza di numerose famiglie, cosa che in altri stabilimenti del genere non mi era mai capitato di vedere. Le piscine interne ed esterne situate sul primo livello infatti sono adatte anche ai più piccoli e questo permette a mamma e papà di portare alle terme proprio tutti, senza la preoccupazione di doverli lasciare a casa.
La professionalità dello staff è impeccabile. Mi sono trovata veramente bene e a mio agio, soprattutto al secondo piano nell’area per adulti, dove ho avuto la possibilità di essere assistita da una ragazza ben preparata e gentile – purtroppo non conosco il nome.
Gli spazi dello stabilimento sono ampi e pulitissimi, mentre nelle zone relax ci si rilassa nel vero senso della parola. Il panorama che potrete ammirare dalle piscine riscaldate e dalla sauna poi è uno spettacolo!

Chiaramente la possibilità di poter trascorrere la vigilia a Bormio Terme ha reso il tutto più fantastico 🙂 ma scommetto che lo sarà anche la prossima volta – perché tornerò tranquilli!

Rispondi