Visitare Ayutthaya da Bangkok: consigli utili

pubblicato in: Thailandia | 0

Se durante il vostro viaggio in Thailandia, avrete la possibilità di rimanere a Bangkok per 4 o più giorni, cercate di includere nei vostri programmi la visita a Ayutthaya, l’antica capitale thailandese, nonché una delle più importanti capitali del mondo. Oggi le rovine di questa città offrono solo una visione parziale di ciò che poteva essere un tempo, ma visitare Ayutthaya da Bangkok sarà un’esperienza unica. Qui trovate consigli utili per rendere la vostra giornata a Ayutthaya più spensierata!

Come arrivare a Ayutthaya da Bangkok

Semplice! Bisogna prendere il treno.

I treni per Ayutthaya partono dalla stazione di Hualamphong più o meno ogni ora. Noi siamo partiti alle 8.20 del mattino per arrivare verso le 11! Andate in biglietteria e chiedete un biglietto per Ayutthaya in terza classe.

Costo del biglietto? 15 bath! Tempo per arrivare a destinazione? Forse 2 ore, forse 3. I tempi a Bangkok sono dilatati. Situazione della carrozza? Non ha l’aria condizionata, le poltrone sono un po’ vecchie ma vi assicuro… viaggiare sul treno per Ayutthaya vi permetterà di scoprire uno scorcio incredibile della vita quotidiana thailandese.

Come girare per Ayutthaya

ayutthaya-bici

Il modo più veloce e pratico per visitare Ayutthaya è noleggiare le biciclette.

Una volta giunti a destinazione troverete qualche thailandese pronto a offrirvi il proprio tour in tuk-tuk. Superateli, attraversate la strada e dirigetevi verso i negozi che noleggiano bici (ne troverete tanti altri di fronte al Wat Mahathat e al Wat Ratburana).

Ricordate di chiedere – per sicurezza – la possibilità di avere il lucchetto per legare le vostre bici fuori dai templi e dai posti da visitare.

Quali sono gli svantaggi di affittare una bici e visitare Ayutthaya su due ruote? Il traffico (da non sottovalutare). I vantaggi? La bicicletta è un mezzo economico e veloce, soprattutto non vi legherà a nessuno: potrete rispettare i vostri orari, fare pausa quando avrete voglia/bisogno e fermarvi dove e quanto vorrete.

Cosa vedere a Ayutthaya

Eccoci arrivati a Ayutthaya! Siamo scesi dal treno, abbiamo noleggiato le nostre bici e ora siamo pronti a visitarla.

Nel suo periodo di massimo splendore, Ayutthaya contava oltre 400 templi. Oggi alcuni di questi edifici sono stati restaurati ma molti altri sono ancora spogli e senza tetto.
Per visitare le principali rovine di Ayutthaya si acquista un biglietto che costa 220 bath e vale 30 giorni dalla data di acquisto.

Ecco cosa non perdere:

  • Wat Phra Si Sanphet: questo tempio reale – il più grande di tutta Ayutthaya – venne costruito nel XV secolo e sorgeva all’interno di un palazzo. Oggi rimangono tre stupa bellissime.

ayutthaya-rovine-3

  • Wihan Phra Mongkhon Bophit: accanto al tempio citato prima si trova questo santuario che ospita una delle statue di bronzo del Buddha più grandi di tutta la Thailandia.
  • Wat Ratchaburana: un tempio che conserva una delle migliori stupe esistenti in città.

  • Wat Phra Ram: il suo prang è tra i più alti della città.

  • Wat Mahathat: dove si trova la statua della testa del Buddha incastonata tra le radici di un albero della bodhi.

  • Wat Lokayasutharam: un tempio in rovina con una bellissima statua di un Buddha reclinato, lunga 42 metri.

Visitare Ayutthaya da Bangkok: emozioni a freddo

Visitare Ayutthaya per noi è stata una vera emozione. Ciò che ci ha affascinato è stato ritrovarci tra le stradine povere di questa città con le nostre bici, come fossimo dei locali. Abbiamo assistito a scene familiari: momenti di preghiera collettivi, l’uscita da scuola dei bambini thailandesi, le macchine in strada ferme ai semafori. Abbiamo sbirciato nelle case, abbiamo visto tanti sorrisi.

Rispondi