Viaggio low cost in Costa Azzurra? Ecco come!

Viaggio low cost in Costa Azzurra? Ecco come!

postato in: Europa, Francia | 0

Sono stata in Costa Azzurra con le mie due carissime amiche Valeria e Marta. Non sapevo cosa aspettarmi da questo viaggio organizzato all’ultimo minuto: avevamo paura dei costi e non conoscevamo minimamente la zona. Fortunatamente l’esperienza insegna e oggi voglio svelarvi i miei 5 consigli per organizzare un viaggio low cost in Costa Azzurra – sì è possibile, avete letto bene – e godervi una perfetta estate!

Soggiornare a Juan-les-Pins

Per un viaggio low cost in Costa Azzurra iniziamo dall’alloggio. Juan-les-Pins può rappresentare il giusto compromesso per chi la sera ama divertirsi e per chi di giorno vuole godersi le spiagge e il mare più bello. In più questa località, a metà strada tra Cannes e Nizza, è leggermente più economica rispetto alle classiche mete della costa.
Per chi si accontenta si riescono a trovare hotel che magari non hanno servizi superstellati ma sono vicini alla spiaggia e alla movida. Noi per esempio abbiamo scelto l’Hotel Le Lys, un piccolo albergo a 2 stelle centralissimo. A mio avviso lo staff non è troppo gentile ma se prendete l’hotel solo come punto di appoggio serale, il posto in cui tornare alla fine di una giornata in spiaggia, farsi una bella doccia e poi riuscire, vi piacerà e spenderete poco.

La più nota spiaggia locale pubblica è la Grande Plage, che si trova nella zona ad ovest della città, ma è anche la più affollata. Meno note sono quelle intorno al porto della Gallice, non molto distanti da Juan-Les-Pins.

Sembra che qui i turisti non siano molto abituati al riposo: Juan-Les-Pins, definita come la Rimini della Costa Azzurra, non dorme mai e anche a tardissima notte troverete qualcosa da fare. Tra tutti i locali vi consiglio di fare un salto a La Siesta che organizza bellissime serate all’aperto per tutta l’estate ed è la più grande discoteca all’aperto di tutta la Costa Azzurra. Le ragazze entrano sempre gratis!

Probabilmente unica pecca di Juan-les-Pins è il parcheggio, soprattutto durante i mesi di luglio e agosto. Non so come siano le altre cittadine ma credo che il discorso sia simile per tutte. Se riuscite evitate di spostare la vostra auto tutte le sere, magari usufruendo dei mezzi di trasporto locali.

Di sera tutti a Cannes

costaazzurra-cannes

Cannes merita una rilassante passeggiata notturna. È la classica meta ideale per un giro post-cena, soprattutto perché così non sarete attratti dai ristoranti eleganti che sparano prezzi esorbitanti per piatti poco abbondanti.

Non offrendo molto dal punto di vista turistico e culturale, Cannes rimane comunque la regina della Costa Azzurra per quanto riguarda il lusso, i locali chic e lo shopping.
Di sera lo spettacolo è unico: scendete fino alla Croisette, la famosa passeggiata sul lungomare, quella che un tempo era chiamata Chemin de la petite croix, e ammirate – da lontano! – gli hotel affascinanti, le luci, gli stili e le architetture maestose, i lampioni che si riflettono sul mare calmo, i pini e le palme che dondolano con il vento, il via vai di passanti che dalle barche private si riversano in città per bere qualcosa… 2 chilometri di magia!

Non dimenticate di fare una foto al Palais des Festivals et des Congrès, il palazzo nel quale si tiene il famoso Festival di Cannes, che si trova proprio lungo la Croisette.

Scegliere le spiagge migliori, libere

costa azzurra spiagge

Lungo la Costa Azzurra troverete spiagge private a gogo. Ma la possibilità di fare il bagno senza pagare esiste. Armatevi di ombrellone, stoino e un asciugamano e partite alla ricerca delle migliori spiagge libere del litorale.

Alcune spiagge ve le suggerisco io. Prima vi ho nominato la spiaggia libera di Juan-Les-Pins ma proseguendo a sud di Capo Antibes, dove la sabbia si fa sempre più scura, troverete un angolo di paradiso incontaminato. È la spiaggia della Baia dei Miliardi. Grazie a sentieri ben tracciati e ben tenuti è facilmente accessibile e conserva un paesaggio davvero meraviglioso. Sensazionale la spiaggia di Argent Faux con la sua piscina naturale.

Vicino Nizza Villefranche-sur-Mer vanta una bellissima baia sabbiosa dove l’acqua è molto limpida. Vicino a Villeneuve Loubet si distendono numerose spiagge libere, tutte molto ampie e lunghe, ideali per chi ama passeggiare sul bagnasciuga.

Infine la Spiaggia Paloma vi piacerà perché circondata da alberi verdissimi e per il suo panorama sulle Alpi marittime. Metà privata e metà libera questa spiaggia si distende nell’area del promontorio di Cap Ferrat ed è facilmente raggiungibile e visibile dalla strada costiera.

A Nizza per una passeggiata al tramonto (senza comprare!)

costaazzurra-nizza

Nizza mi è piaciuta tantissimo. Secondo me l’ideale è arrivare a Nizza verso le 6 del pomeriggio, quando la gente inizia ad abbandonare la lunghissima spiaggia di ciottoli di 4 km e il sole cala lentamente dietro l’orizzonte. Cominciate la scoperta di Nizza dalla sua piazza principale, Place Massena, tutta pavimentata a scacchiera e circontata da palazzi all’italiana più 12 colonne sormontate da statue sedute che di notte si colorano. Proprio lì sorge la splendida e divertente fontana attraversabile della coulée verte.

Perdetevi nelle vie della città vecchia, lungo Cours Saleya dove di giorno c’è il marché aux fleurs, il mercato dei fiori, prima di dirigervi verso il porto. Per respirare un’atmosfera francese un po’ retro andate sulla Vieux Nice e passate accanto a antichi biscottifici, saponerie, café e negozietti caratteristici, dimenticandovi dei souvenir per gli amici ma semplicemente ammirando l’arte e la tradizione dei bottegai locali.

Mangiare ottime e strafarcite crepe nelle tipiche creperie

costaazzurra-creperie

Mangiare sulla Costa Azzurra potrebbe rappresentare un pericolo per il vostro portafogli, ve lo assicuro. In tutta la costa però troverete numerose creperie pronte a saziarvi con pochi euro a tutte le ore del giorno e della notte, tra ingredienti dolci e salati. Di sicuro, prima o dopo, vi toccherà provarne almeno una e vi assicuro che non ve ne pentirete.

Le crepe possono essere un’ottima opzione per una cena appetitosa. Vi nomino due indirizzi in cui fermarvi. Il primo è La Galette de Marie di Cannes, una creperie con un’ampia scelta di crepe dolci e salate, dove si può bere il sidro, bevanda tipica bretone. Il secondo è La Creperie di Juan-Les-Pins: qui le crepe sono strafarcite ma la mia preferita è quella al grano saraceno ripiena di burro e salmone!

Rispondi