Ristoranti etnici a Milano: ecco i migliori

Ristoranti etnici a Milano: ecco i migliori

L’improvviso e inaspettato trasferimento a Milano, mi ha condotto alla ricerca e alla conseguente scoperta di tutta in cui poter trovare, anche se per breve tempo, un gusto esotico e lontano.

E’ per questo che ci tengo a segnalare a voi viaggiatori che capitate nella città della moda, 6 tra quelli che ritengo i migliori ristoranti etnici a Milano, provati in questi mesi.

Tra  la classica cucina cinese, l’ormai esasperata giapponese, la mia tanto amata cucina indiana e la mediterranea greca, ho trovato dei ristoranti etnici che meritano di essere provati (e in alcuni in cui vale la pena ritornare). Rimango in attesa di un vostro parere e soprattutto di nuovi consigli per continuare verso questa gustosa scoperta!

La cucina koreana più tipica è all’Arirang

Se non avete fretta e volete gustarvi una cena tipica koreana in un ambiente caldo e familiare, il ristorante Arirang in via Raffaello Sanzio 16, vicino a piazzale Buonarroti, è la scelta giusta! Sarete accolti dal signor Wang, padrone di casa, che con la moglie cucina e propone nel suo piccolo locale, i piatti tradizionali della cucina koreana.

Ogni piatto è preparato al momento e spiegato con cura dal signor Wang. Dopo un giro di antipasti con gnocchi in salsa piacevolmente piccante (cosi definita sul menu), involtini al vapore e tortino di verdure, arriva il piatto forte: una portata unica a base di carne o pesce con verdure grigliate e riso condito con salsa, sempre piacevolmente piccante. Si usano rigorosamente le bacchette e resta giusto il posto per il dolce. Avete mai assaggiato il tiramisù al the verde? Provatelo.

Faccio un salto in Brasile: Berimbau la Churrascaria di via Marghera

Tra i primi ristoranti etnici a Milano figura la Churrascaria Berimbau. Intanto capiamo il significato di questa parola, churrascaria. La churrascaria è il locale in cui servono i  piatti tipici della cucina brasiliana. Il termine deriva da churrasco, uno spiedo di legno verde, utilizzato dagli indios per arrostire la carne. Mangiare in una churrascaria significa proprio assaporare più tipi di carne arrostita sullo spiedo. Vicino alla stazione della metro De Angeli sorge una delle churrascarie più buone di tutta Milano: il Berimbau.

Siamo a via Marghera 43. Gli interni intimi e dalle luci soffuse, rendono l’atmosfera di questo locale molto romantica. Iniziate assaggiando alcuni antipasti a buffet, come scampi, pesce, frittata, insalata russa, e proseguite con ali di pollo, cotolette di maiale, filetto, salsiccia.. tutto rigorosamente affettato dallo staff direttamente nel proprio piatto. Ad accompagnare le carni banane e patate fritte, pane al formaggio, salsine ai peporoni, alle cipolle e alcune verdure. Cosa bere durante la vostra cena? Io vi consiglio un fresco mojito oppure lasciatevi consigliare dai ragazzi per un vino rosso corposo.

berimbau-churrascaria-milano-mindthetrip

Aangan: il meglio della cucina indiana

Diciamo che con 25 euro circa potrete tornare tranquillamente a casa con la pancia piena e soddisfatti. Questo straordinario locale, aperto tutte le sere fino alle 23 e a pranzo solo su prenotazione, rappresenta una delle cucine indiane più affidabili e fedeli di Milano.

Siamo in viale Monza 90 (metro Rovereto) e il ristorante è l’Aangan. Dopo un morso ai tipici fagottini di verdure, i samosa, spalancate le porte ai menu a base di pollo, agnello o gamberi, rigorosamente al curry o cotte al forno tandoor. I vegetariani troveranno pane per i loro denti, considerato che qui un posto speciale è proprio dedicato a piatti a base di verdure e legumi.

La sfiziosità? la lista del pane e delle focacce: ce ne sono almeno 15 varianti! Godetevi l’atmosfera rilassante, accompagnata da musica indiana di sottofondo, e a fine pasto approfittata dei semi di curcuma e finocchio offerti per aiutare la digestione.

spezie-indiane-mindthetrip

Al Giardino di Giada, una cucina cinese raffinata, a pochi passi dal Duomo

Non poteva mancare nella mia rassegna di ristoranti etnici a Milano, uno di cucina cinese. Aperto dal 1980, il Giardino di Giada offre una grandissima varietà di piatti della cucina cantonese e orientale. Rispetto ad altri ristoranti dello stesso tipo, qui l’eleganza e la classe, ritrovabili nella composizione dei piatti e nell’arredamento delle sale interne, sono imbattibili. Il locale si trova in via Palazzo Reale 5, proprio vicino al Duomo e alla fermata della metro Missori.

L’ambiente è curato, tranquillo e per nulla rumoroso: l’ideale per chi è alla ricerca di sano e puro relax. Se vi capita di trovarvi qui durante l’ora di pranzo approfittate dei menu da 12 o da 14 euro. Tra i piatti da provare, le portate elaborate a base di carne e frutti di mare, come la specialità della casa, lo Sichuan.

giardino-di-giada-ristorante-cinese-mindthetrip

Sapor di Grecia lungo i Navigli

Questo è da provare durante quelle prime e caldissime sere d’estate, quando le ferie sono ancora lontane, ma noi sogniamo di tuffarci nelle acque cristalline di una delle bellissime isole greche e di godere della sua tradizione. Al Vero Sapore Greco, ristorante a Ripa di Porta Ticinese 13, nel cuore dei Navigli, i prodotti sono rigorosamente importanti dalla Grecia!

Il locale stesso è gestito da greci, e anche se piccolino, è spesso superaffollato e offre servizio take-away. Prima di andare, considerate che ci sono solo posti in piedi o su sgabelli. Ottimi i ghiros di maiale o pollo preparati come da tradizione e accompagnati dalla tipica salsa allo yogurt, così come le fresche e gustose insalate. Affascinanti i piatti composti di carne o pesce.

Giappone e Brasile convivono insieme nella temakeria Temakinho

Nella lista dei migliori ristoranti etnici a Milano, non mi sento di consigliarvi un ristorante di cucina giapponese. Ne troverete così tanti, anche di ottima qualità, che servono ormai il tanto trasognato all-you-can-eat, che sarebbe un peccato crearne un elenco ibrido. Mi piace invece l’idea di Temakinho, il ristorante giappo-brasiliano di Corso Garibaldi 59, tra le fermate Lanza e Moscova.

Questo tipo di locale, una temakeria, arriva dal Brasile, dove nel corso degli anni passati ha avuto un incredibile successo. In Brasile il sushi è arrivato nel dopoguerra e nel corso del tempo si è adattato al gusto locale, dando vita alle temakerie, dei locali in cui meglio si esprime il mix tra le due culture e dove i temaki e i roll dalle forme giapponesi, ben si adattano ai sapori e ai profumi brasiliani.

temakinho-brera-mindthetrip

Che cosa mangiare in un ristorante giappo-brasiliano? Pesce come tonno, salmone e branzino mixato con mango, coriandolo, lime e altri ingredienti tropicali. E per accompagnare le portate una classica caipirinha o la variante alla frutta con goyaba, acai, graviola o mango!


Ps. Grazie a Ilaria che ha redatto la parte dedicata al ristorante koreano Arirang.

Rispondi