Come fare il passaporto: consigli pratici per chi è alle prime armi

Come fare il passaporto: consigli pratici per chi è alle prime armi

postato in: Consigli di viaggio, Rubriche | 0

Quel coso bordò che ogni tanto spunta tra le mani di chi è in fila con voi per accaparrarsi il posto su un volo low cost della Ryanair. Lo guardate con un pizzico di invidia e pensate: Eh, chissà quanti posti ha visitato, quanti timbri ha accumulato quel coso lì!
Poi un giorno arriva il vostro momento: siete pronti per il “viaggio” oltreoceano, quello che vi porterà per la prima volta in un paese non-europeo, tradizioni, profumi, colori distanti da voi ore e ore di volo. È il momento di fare il passaporto!

Il passaporto rilasciato in Italia non è altro che un libretto cartaceo di 48 pagine con microchip inserito nella copertina e con la firma digitalizzata del titolare sulla seconda pagina. Sapete benissimo cos’è, a cosa serve e come è fatto, ma nella pratica… come fare il passaporto? Ecco i miei consigli pratici per procedere, passo dopo passo, alla conquista del libretto!

Come presentare la domanda per il passaporto

Come prima cosa vai su passaportonline.poliziadistato.it.
Questo sito consente di richiedere il passaporto online e prenotare la presentazione della domanda nel posto più vicino a casa.
Una volta registrato – occorrono codice fiscale e documento d’identità – prendi appuntamento. Se le date disponibili online sono terminate puoi rivolgerti direttamente alla questura o al commissariato di zona, ma in questo caso i tempi di attesa saranno più lunghi.

Dove presentare la domanda per il passaporto

La domanda per il rilascio può essere presentata in questura, nell’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza, alla stazione dei Carabinieri.

Per chi studia o lavora fuori sede e per chi vive all’estero la procedura è leggermente diversa. Chi vive in un posto diverso dalla sua vera e propria residenza deve tenere in considerazione che al momento della presentazione della domanda si dovranno fornire documenti adeguati sul proprio domicilio. Chi invece si trova all’estero può visitare il sito del ministero Affari Esteri.

Tutti i documenti per la domanda da presentare

Una volta preso appuntamento dovrai portare con te:

  • una fotocopia della prenotazione rilasciata dal portale,
  • il modulo della richiesta passaporto che trovi sul sito della polizia di stato,
  • la fotocopia di un documento d’identità valido,
  • 2 foto formato tessera identiche e recenti – ricordatevi che il volto deve essere ben visibile!
  • la ricevuta del pagamento a mezzo c/c di € 42.50 per il passaporto ordinario. Il versamento va fatto mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro, con causale importo per il rilascio del passaporto elettronico”,
  • un contrassegno amministrativo da € 73,50 (si trova dal tabaccaio).

Ritirare il passaporto

Il passaporto sarà pronto entro un mese dalla data di presentazione della domanda. I tempi di consegna dipendono dalla questura e dalla quantità di richieste arrivate: in alcuni comuni i tempi sono ristrettissimi e nel giro di 3/4 giorni il viaggiatore ha già a disposizione il suo passaporto.
Ricordate che, se necessario, si può far ritirare il proprio passaporto da un’altra persona. In questo caso è necessaria una delega e la fotocopia del documento d’identità.

Quando scade il passaporto e come si rinnova?

Il passaporto ha una durata di 10 anni.
Con la nuova legge non è necessario pagare il bollo di circa 40€ ogni anno. Una volta scaduto il passaporto si può rinnovare automaticamente pagando il bollo (il contrassegno amministrativo di cui parlavo prima) di 73,50€!

Rispondi