Megabus: i viaggi con bus ad un euro

Megabus: i viaggi con bus ad un euro

postato in: Consigli di viaggio, Rubriche | 1

Amo viaggiare low cost. Provo una soddisfazione illimitata nel momento in cui riesco a prenotare un volo al prezzo di una cena fuori. Mi porta a credere di essere – quasi – la regina del mondo.

Cerco e ricerco, consulto portali comparatori, siti di compagnie aeree, gli ostelli più economici ma puliti, e poi eccolo lì: il viaggio che mi farà tornare a casa ancora con qualche soldo nel portafogli.

Quando la mia collega Eleonora mi ha nominato Megabus (sapendo dei miei usuali spostamenti Milano-Roma) non ho fatto altro che andarmi ad informare. Megabus è arrivato in Italia da poco ed è un comodo servizio  che collega tanti paesi in Italia e in Europa con un unico mezzo di trasporto: il pullman. Qual è la sua particolarità? Con Megabus si viaggia a partire da… un euro!

Prima di partire: dubbi e domande

All’inizio non ci credevo neanche io. Eppure cercavo e ricercavo – inizialmente dovevo andare proprio a Roma e mi sono messa a pescare la soluzione migliore, con partenza da Milano, per il mio weekend – e il prezzo era quello: 1 euro all’andata e 1 euro al ritorno.

Non prendiamoci in giro però. Mi sono informata per bene: se riesci a prenotare con largo anticipo (mi riferisco sempre alla tratta Milano-Roma) il costo è proprio quello, ma se prenoti qualche giorno prima il prezzo per l’intero viaggio può ammontare fino a 18 euro. Se lo mettete a confronto con Trenitalia o Italo… Il risparmio è comunque garantito!

Una volta prenotato il proprio tragitto iniziano ad affiorare i primi dubbi: come saranno i pullman, ci sarà il bagno all’interno, riuscirò a trascorrere 9 ore su questo mezzo di trasporto, ma soprattutto come saranno i miei compagni di viaggio? Insomma, ho sempre pagato 2 euro – record dei miei viaggi low cost!

In viaggio con Megabus

Arrivata alla stazione di Lampugnano, da dove partono i pullman Megabus di Milano, esplodo in un sorriso: ma quanta gente viaggia in questo modo? Tantissima.

Partirò per le 21.30, siamo un po’ in anticipo, il tempo di mangiare un panino. All’improvviso arriva lui, tutto blu, con il grande e giallo capitano di crociera, protagonista del sito, che mi saluta: è proprio Megabus, il pullman che mi porterà a Roma.

megabus-interni

Entro: il pullman è pulito ed essenziale. Ci sono due livelli: al piano terra si trovano posti da 4 inclusi comodi tavolini al centro, mentre al primo una fitta schiera di posti per 2 persone. Ovviamente se riesci a prendere i posti davanti sei fortunato, così puoi allungare le gambe di tanto in tanto.

I sedili sono comodi ma leggermente stretti. Risulta difficile allungare lo schienale se dietro non hai una persona che fa lo stesso.

Ad ogni sosta – nel mio caso Bologna e Firenze – si cambia autista, ci si ferma per una ventina di minuti, si aspettano nuovi passeggeri mentre chi è arrivato riprende le valigie e prosegue il suo viaggio.

Leggo per le prime ore, poi provo a dormire. Alcuni passeggeri sono armati di cuscino, forse non è la prima volta che viaggiano in questo modo, altri russano già da qualche minuto. Arrivo a Roma prima dell’orario previsto.

Morale della favola?

Megabus mi ha permesso di viaggiare da Milano a Roma con un euro. L’esperienza non è stata così drammatica. Il giorno del mio arrivo non ho accusato dolori reumatici, forse una leggera stanchezza insolita accumulata durante la settimana, ma mi è piaciuto.
Ora per il ponte dell’Immacolata vorrei organizzare un viaggio a Parigi… con Megabus 🙂


Vuoi provare anche tu Megabus? Ecco il sito -> http://iteu.megabus.com/

Una risposta

  1. Viaggiare low cost con MegaBus sembra davvero interessante al giorno d’oggi.

Rispondi