L’Isola d’Elba d’inverno: cosa fare, vedere, mangiare

L’Isola d’Elba d’inverno: cosa fare, vedere, mangiare

postato in: Italia, Toscana | 1

Chi lo ha detto che l’Elba è bella solo d’estate? L’isola toscana si presta bene a tutti i periodi dell’anno, dato che ci sono molte cose da fare e da vedere. Anzi direi che anche e soprattutto l’inverno, quando i comuni elbani sono meno affollati e i prezzi degli alberghi scendono vertiginosamente, può essere un ottimo periodo per ammirarla in tutto il suo splendore.
Perché allora non provare ad addentrarci nell’isola prossimamente?

Cosa vedere d’inverno all’Isola d’Elba

Innanzitutto, proprio per le sue dimensioni, possiamo visitare l’Isola d’Elba d’inverno interamente, anche nell’arco di 4 giorni. Scegliamo una cittadina come punto di partenza, affittiamo una macchina e iniziamo a girare. I comuni elbani sono spettacolari e meritano di esser visti tutti, da quelli più piccoli a quelli più grandi.

Ci sono Capoliveri con il suo sentiero da Forte Focardo alla spiaggia di Neregno e Portoferraio, con il suo centro storico, la chiesa di S. Stefano e la pinacoteca comunale. Gli amanti della storia vorranno visitare il Museo Civico Archeologico e la Villa dei Mulini, dove soggiornò Napoleone durante il suo esilio.

Seguendo le orme del mito napoleonico consigliamo di visitare Villa San Martino a 5 km da Portoferraio, e a ricercare il famoso scoglio detto la sedia di Napoleone, dove secondo la storia l’imperatore si sedeva a meditare. A Marina di Campo c’è l’acquario comunale, mentre a Marciana la Fortezza Pisana.

Per chi ama camminare c’è solo l’imbarazzo della scelta: dal sentiero che da Marciana porta al Monte Capanne, fino all’antica strada lastricata che raggiunge il Santuario della Madonna del monte.

Isola d'Elba con la neve

Divertirsi d’inverno all’isola d’elba

Se siete con i vostri bambini sarà il caso di fare un salto al Parco giochi Duna Park, vicino alla spiaggia di Lacona, dove vi aspettano gonfiabili, trenini, minigolf e sala giochi.

Per i più grandi c’è L’isola dei pirati in località La Pila, nei pressi di Marina di Campo con la sua pista go kart per adulti. Dopo un pomeriggio passato nei parchi divertimento sarà il caso di provare un aperitivo, magari nel centro di Portoferraio oppure al Tamata di Porto Azzurro.

E una volta scesa la notte arriva il momento di scatenarsi. I più giovani possono andare al Garden Beach, posto perfetto per ascoltare musica dal vivo fino a mezzanotte, al Club 64, la prima discoteca dell’isola, nata proprio nel 1964, in località Capannone a Portoferraio, oppure a Il Tinello dove ballerete a suon di rock.

Mangiare all’isola d’elba

Come in tutta la Toscana anche all’isola d’Elba si mangia da dio. Tra le ricette tipiche primeggia lo stoccafisso alla riese, accompagnato da acciughe, cipolla, pomodori, basilico, peperoni, olive, pinoli e capperi, che richiede una preparazione molto lunga ma che vale la pena assaggiare.

C’è poi il gurguglione, un piatto a base di verdure, il riso al nero di seppia, i totani ripieni, ma anche il caciucco e gli zerri fritti. Accompagnate il tutto con dell’ottimo vino come l’Elba bianco o rosso, il Rosato e l’Ansonica.

Ricordando Napoleone…

Il 2014 sarà per l’Elba un anno molto importante: cade infatti in questo anno il Bicentenario dell’esilio di Napoleone Bonaparte.

Napoleone sbarcò sull’isola il 4 maggio del 1814 e vi rimase fino a febbraio 1815: qui regnò e apportò importanti innovazioni nella vita degli abitanti tanto che gli elbani sono molto legati alla sua figura e ogni anno lo celebrano il 5 maggio con una messa presso la chiesa della Reverenda Misericordia di Portoferraio.

Il 2014 così festeggerà l’evento con 10 mesi di manifestazioni, eventi e concerti che ricorderanno la sua figura e la sua importanza.

Una risposta

  1. In effetti è un peccato che molte cittadine sul mare vengano visitate solo d’estate.. molte sono belle anche e soprattutto d’inverno.. oserei dire che diventano in un certo senso anche più romantiche! Andrò sicuramente all’Isola d’Elba all’inizio del nuovo anno 😉

Rispondi