La Berlino che non conosci: una guida ai luoghi insoliti della città

La Berlino che non conosci: una guida ai luoghi insoliti della città

postato in: Europa, Germania | 5

Berlino non è solo Alexander Platz, Museumsinsel (l’isola dei musei), Currywurst e Muro. Per quanto le mille attrazioni della città meritino più che una visita, è ancor più vero che ci sono luoghi insoliti che meritano di esser vissuti. Per scoprire il vero volto di Berlino, la Berlino dei berlinesi, quella fuori dai classici itinerari turistici, è bene partire dall’alloggio: scegliamo un appartamento con OH-Berlin e godiamoci la libertà offerta da una casa in affitto. A seconda della zona che più ci interessa possiamo vedere quale appartamento ci convince di più e prenotare direttamente dal sito internet. Una volta scelto l’alloggio, partiamo per una gita nei luoghi più insoliti della città, alla scoperta della Berlino che non conosciamo.

La Berlino che non si vede

Un tour nella Berlino sotterranea potrebbe rappresentare un’ottima alternativa per conoscere la città. Prendete la metro e scendete a Gesundbrunnen.
Da qui basta recarsi nel bunker B e scegliere uno dei diversi percorsi proposti. Uno per esempio è dedicato alla difesa dei civili durante la seconda guerra mondiale, un altro mostra l’utilizzo “alternativo” del sottosuolo per scopi come la frumentazione della birra o la posta pneumatica. Molti i tunnel scavati durante gli anni del Muro da chi sperava di passare in questo modo dall’Est all’Ovest: un terzo percorso è dedicato proprio alla visione di questi tristi tentativi di fuga, spesso finiti nel peggiore dei modi.

A Spandau, il quartiere della Zitadelle

Prendete la metro, linea U7, e scendete direttamente a Zitadelle Spandau. Qui troverete la fortezza rinascimentale e meglio conservata d’Europa. La Zitadelle fu costruita nel XVI
secolo come fortezza difensiva e fu usata fino a metà 800 come prigione. Pensate che è una delle più vecchie strutture presenti in città e l’unica fortezza sopravvissuta. Non troverete strutture simili a Berlino, quindi sarebbe un vero peccato perdersi un giro nella Zitadelle. Per entrare si paga 4,50 euro. Nel prezzo del biglietto è incluso l’entrata al museo, la salita sulla torre e la visita alla mostra d’arte temporanea presente. È possibile visitarla 365 giorni all’anno, dalle 10 alle 17 e, se si vuole, usufruire di un’audioguida che spieghi la vera storia della Zitadelle al costo di 2 euro. Una volta usciti e attraversato il ponte, sotto al quale confluiscono i fiumi Sprea e Havel, concedetevi un giro nel centro storico di Spandau. Qui, tra negozi e panetterie, lungo le vie acciottolate, tra case colorate e caratteristiche troverete la chiesa gotica di San Nicola e molti ristoranti e caffetterie pronte ad accogliere una vostra sosta-riposo.

Prenzlauer Berg

Se cercate un quartiere diverso e multietnico, fuori dalle solite guide turistiche, Prenzlauer Berg fa per voi. La fermata della metropolitana da dove partire per scoprire la zona più eclettica della capitale tedesca è Eberswalderstrasse. Da qui perdetevi tra i locali alla moda, gli artisti e gli studenti che vi abitano, i ristoranti e i negozietti di dolci turchi. Con la riunificazione della Germania, il quartiere è diventato un punto di attrazione per i più giovani che oggi più che mai esplode d’estate con tavoli all’aperto, musica di ogni tipo, mode che nascono e muoiono tutti i giorni, gustosi bistrò e club dove si balla.

La creatività è a Tacheles

Uno dei centri sociali più famoso al mondo è Kunsthaus Tacheles. Situato nella Oranienburger Strasse una splendida via piena di locali, caffetterie e negozi chic, la Casa dell’arte si trova in un palazzo liberty, proprio vicino alla maestosa sinagoga di Berlino. La struttura ha subito molti bombardamenti durante la seconda guerra mondiale e per un periodo venne usata come prigione per i soldati francesi. Poi un gruppo di artisti della Berlino Est decise di salvarlo dal decadimento e di trasformarlo in quello che viene oggi considerato come il più importante centro creativo della città. Qui ogni mese vengono organizzate mostre, concerti, eventi, manifestazioni. Basta entrare anche solo per un giro per respirarne l’aria creativa, ma se volete potete prendere parte a una delle performance in programma, prenotando i biglietti prima della partenza.

Shopping alternativo

In Neue Schonhauser Strasse e in Alte Schonhauser Strasse ci sono numerosi atelier di giovani stilisti: le creazioni sono alquanto originali e solo per chi è capace di adattarsi a uno stile diverso e inusuale. A Kreuzberg invece sorge il Mehringhof, un’ex fabbrica che oggi vede nascere negozi di bici, atelier, librerie, chioschi con prodotti biologici e numerose librerie a tema.

Il villaggio ecologico di Ufa Fabrik

Al sud della città c’è un’area di circa 18 mila metri quadri che dal 1979 si è trasformata in un vero e proprio villaggio a parte, distaccato dal resto della città. Si chiama Ufa Fabrik: c’è una scuola libera, un cinema, un teatro, una fattoria e un piccolo panificio. Vi vivono all’incirca 70 persone. Lo scopo? Tutti qui mirano a mantenere uno stile di vita impegnato sul fronte ecologico e culturale. Ufa Fabrik merita senza dubbio una passeggiata, magari di mattina, quando il villaggio è in piena attività.

5 risposte

  1. Berlino è una mia città del cuore! Consiglio anche io vivamente il tour sotterraneo, un’esperienza davvero fuori dal comune che ti riporta indietro alle atmosfere da Guerra Fredda|

  2. Consigli fantastichi! 🙂 Il tour sotterraneo sembra molto interessante. Un altra cosa molto diversa che si può fare è vistare il bar “Das Klo” (“il cesso”) dove le sedie sono gabbinetti!

    • Wow! Ce lo siamo perso! Prendiamo nota e cerchiamo di andarci durante il prossimo viaggio a Berlino. Buona giornata Lorenzo

    • Giorgino

      Madonna, che pazzerelliiii…allora bisogna andare per sforza!

Rispondi