Itinerari gastronomici a Riccione

Itinerari gastronomici a Riccione

postato in: Emilia Romagna, Italia | 0

Cosa sarebbe una vacanza nella Riviera Romagnola senza un tuffo nei sapori locali? Come si sa, le tentazioni da queste parti non mancano, vista l’abbondanza di prodotti tipici, spaziando tra piadine, fettuccine, passatelli in brodo, gnocco fritto e specialità di mare. Questo trionfo culinario merita un degno complemento: per rendere più completa la degustazione ecco giungere in nostro soccorso il Sangiovese e il bianco Albana di Romagna, prodotto sia nella versione secca che dolce. Dai chioschi in stile street food ai migliori ristoranti di pesce a Riccione, i vacanzieri sono costantemente circondati da un tripudio di delizie a cui è davvero difficile resistere. E allora, perché non abbandonarsi semplicemente al piacere dell’assaggio, per poi smaltire a posteriori con una bella pedalata sul lungo mare o con qualche bracciata in piscina?  

Specialità di mare

Chi sceglie di trascorre le vacanze nella Riviera di Rimini in particolare ha la possibilità di muoversi ad ampio raggio: la cucina locale, infatti, vive anche di contaminazioni con la vicina tradizione marchigiana e invita a intraprendere interessanti itinerari gastronomici all’insegna della tipicità.

Siete irresistibilmente attratti dalle specialità di mare? Potrete optare per i piatti da asporto – fra cui deliziosi fritti e spiedini da addentare in spiaggia – o, in alternativa, per le preparazioni più sofisticate servite dai ristoranti di Riccione e dintorni.

Ostriche, sauté di cozze e vongole, spaghetti allo scoglio, scampi, crostacei agli agrumi sono solo alcune delle bontà proposte. Particolari soddisfazioni agli amanti del pesce offrono anche Cesenatico e Cattolica, punto di riferimento per la cucina marinara dove assaggiare saporiti brodetti di pesce, sarde e seppie ripiene. Le due località si distinguono anche per i rispettivi dolci della tradizione, il bustrengo e il miacetto, il caratteristico dolce cattolicino servito nel periodo natalizio. A Cattolica potrete acquistare inoltre il bizulà, il pane noto come “biscotto dei marinai”, tipicamente ammorbidito nel vino, nell’acqua o nel brodo di pesce.

 

… e di terra

Naturalmente, non mancano le occasioni per assaggiare degli ottimi piatti di carne, a partire dalla classica piadina con affettato e dai ciccioli di maiale fino alle generose grigliate e alle pietanze a base di agnello, anatra o vitello. Per una piacevole gita fuori porta a sfondo cultural-gastronomico potrete optare per Saludecio, caratteristico borgo che conserva le proprie tradizioni rurali e artigianali e offre la possibilità di intraprendere anche rilassanti percorsi naturalistici.

A poca distanza si trova Morciano di Romagna dove è possibile degustare insaccati, pasta artigianale, formaggi e tanti altri prodotti caserecci. Se cercate un posto dove mangiare a Riccione spendendo il giusto senza rinunciare alla qualità, potrete scegliere tra ristoranti sulla spiaggia di grande richiamo o, in alternativa, optare per i locali posizionati nell’entroterra: in posizione discosta rispetto dalla movida, offrono un’atmosfera più romantica e rilassata con piacevoli terrazze panoramiche e giardini all’aperto. Selezionando con cura potrete imbattervi anche in ristoranti a Riccione che propongono specialità stagionali come funghi, tartufo, rane e lumache, rivolte ai veri intenditori. Chi è più propenso alla scorpacciata a base di pizza o piadina – farcita magari con il tipico squacquerone – potrà contare anche su impasti biologici realizzati con ingredienti selezionati.

Rispondi