Dove mangiare a Lisbona spendendo poco

Dove mangiare a Lisbona spendendo poco

postato in: Europa, Portogallo | 0

Lisbona è un pullulare di trattorie. Ve ne accorgerete appena messo piede in città, quando tra i vicoli dell’Alfama e lungo il Bairro Alto inizierete a sentire odori sopraffini. La cucina portoghese è legata alla tradizione ed è generosa nelle porzioni.

Troverete tanti piatti a base di pesce e di carne, ma soprattutto il famoso baccalà, cucinato in ben 365 modi, come i giorni dell’anno. Ovviamente un consiglio per scegliere i posti giusti serve sempre. Noi siamo riusciti a trovare il giusto connubio tra qualità-prezzo in questi ristoranti.

Ecco dove mangiare a Lisbona spendendo poco.

Conduzione familiare e piatti abbondanti al Malmequer Bemmequer

malmequer-bemmequer

Un ristorante con appena 8 coperti, un oste un po’ scorbutico ma dal cuore tenero e un gusto nei piatti da capogiro. Siamo nel ristorante a conduzione familiare Malmequer Bemmequer, al numero 23 di Rua de Sao Miguel, nel quartiere di Alfama, il più caratteristico di tutta la città.

Per entrare dovrete suonare il campanello. Il proprietario vi farà scegliere il vostro tavolo e accomodare. Poi s’inizia subito: olive, burro aromatizzato all’aglio, il tipico formaggio portoghese, il Queijo Serra da Estrela (ricorda il nostro pecorino ma è molto più morbido, quasi spalmabile) e prosciutto morbidissimo. L’antipasto sembra offerto dalla trattoria, ma così come in tutti gli altri ristoranti in cui vi capiterà di entrare, dovrete pagare se lo consumate.

Tra i piatti del menu figurano ovviamente quelli più tipici del Portogallo: tanta varietà di baccalà e sardine, pesce a non finire e carne arrosto. Da provare lo sfiziosissimo bacalhau a bras con cipolle, un tortino caldo servito su un tegamino di terracotta a base di baccalà, cipolle e patate. L’oste con cui ormai avrete preso confidenza saprà consigliarvi sul pescato del giorno: a noi è capitato un ottimo branzino.

I piatti, davvero abbondanti, vi sazieranno, le orecchie saranno deliziate dal fado di sottofondo e se poi accompagnerete la vostra cena con il dolciastro vino della casa, l’atmosfera risulterà davvero piacevole e il conto bassissimo.

Farol de Santa Luzia tra romanticismo ed eleganza

farol-de-santa-luzia

Dove mangiare a Lisbona spendendo poco dopo una passeggiata lungo il Miradouro di Santa Luzia, presi da un improvviso languorino?Voltate le spalle al panorama e dirigetevi verso il Farol de Santa Luzia. Questo elegante ristorante si trova proprio a Largo de Santa Luzia ed è l’ideale per chi vuole concedersi una cena romantica con la sua dolce metà.

Se è vero che l’apparenza inganna, il Farol de Santa Luzia ne è un classico esempio: l’atmosfera che si respira è quella che ritroviamo nei raffinati e costosi ristoranti italiani, mentre la clientela può farlo sembrare un covo di turisti. In realtà i piatti hanno prezzi abbordabilissimi e viene frequentato da tante famiglie locali. Il suo punto di forza? Il personale molto disponibile e cortese e un servizio velocissimo ma che non mette fretta.

La scelta accurata degli ingredienti da parte dei cuochi si riflette nei piatti: io consiglio le sardine alla griglia, corpose e condite con olio d’oliva, il favoloso polpo che si scioglierà tra i denti e il dolce della casa. Ma osservando i piatti degli altri commensali, abbiamo notato degli abbondanti arrosti serviti con patate, il porco à Alentejana e cataplane, gli originali strumenti di cottura portoghese composti da due semisfere di rame o alluminio, piene di gustose cozze e gamberi al pomodorino fresco, che lasciavano molto ad invidiare. Guardatevi intorno prima di andar via: noterete le famose e colorate maioliche portoghesi appese alle pareti.

Il baccalà sopraffino di zia Natarcia

Ancora più casalinga di Malmequer Bemmequer è la cucina di Tia Natercia, in Escola Gerais al numero 54, ai piedi della chiesa di Sao Vincente de Fora. Questo ristorante di appena 12 coperti è gestito dalla famosa Natercia ed è sempre affollato di studenti e giovani universitari pronti a riempirsi le pance dei suoi gustosi ed economici piatti. Per quale motivo? L’ambiente è davvero accogliente, luci soffuse, porte in legno e verde pastello ovunque, e tia Natarcia è un po’ come la mamma di ognuno di noi.

Natercia vi accoglierà con proposte a base di pesce e carne, ma se andate è d’obbligo assaggiare il baccalà. Noi vi consigliamo quello con nata o a braz, ma se siete in più persone il bacalhau folhado, a base di pomodori e peperoni, avvolto da pasta sfoglia e cotto al forno, vi lascerà senza parole. Probabilmente questo è uno dei migliori posti in cui provare il piatto nazionale portoghese… Provare per credere!

Se stai pianificando il tuo viaggio in Portogallo, prova a vedere le 3 mete meno conosciute per un Portogallo insolito!

Rispondi