dove-andare-in-pausa-pranzo-a-milano

Dove fare pausa pranzo a Milano in zona Stazione Centrale

pubblicato in: Città del cuore, Italia, Lombardia, Milano | 0

Lo confesso: amo portare la schiscia in ufficio. Si perché qua a Milano si dice così, schiscia (che io la maggior parte delle volte chiamo sghiscia!) o schiscetta, che altro non è che il pranzo-portatile da consumarsi fuori-casa. Quando capita l’occasione però mi piace anche andar fuori (soprattutto se ho appuntamenti segreti con ex colleghe). E quando si mangia fuori si scoprono nuove cose, come ristorantini e localini adatti a consumare gustosi e prelibati piatti veloci dalle 13 alle 14 (o giù di lì).

Oggi vorrei parlarvi dei migliori posti dove fare pausa pranzo a Milano in zona Stazione Centrale!
Le foto che trovate sono “di esempio” o di altre persone su Instagram. Al momento più che fotografare piatti sono interessata a mangiare, ma vi assicuro che i posti menzionati sono stati testati da me medesima.

C’era una volta una piada: per una pausa pranzo veloce

Questo minuscolo locale si trova in piazza S. Gioachimo, alle spalle di via Pisani, vicinissimo alla fermata del passante-metro Repubblica.

Oltre a vantare un arredamento fuori dal comune – sembra di entrare in una di quelle cucine di uno sperduto cottage inglese di altri tempi – C’era una volta una piada è il posto in cui ho mangiato la miglior piadina dopo la Romagna.
Gli ingredienti sono freschissimi, la scelta è ampia e la piadina è stracolma di ogni bendidio. Ci sono anche piade vegane!

Il prezzo per una piada si aggira intorno ai 6€. Un piccolo consiglio sul menu? Le mie preferite sono la Pluto – prosciutto e stracciatella – e la Riccioli d’oro – total veg con tanto di avocado e crema di ceci.

Mangiare in questo posto è un’impresa quasi-impossibile: per trovare posto bisogna recarsi o alle 12.30 o alle 13.30/14.00. In alternativa si può sempre prendere la piada e mangiarla sulle panchine che si trovano in piazza, ammirando il Diamantone (la Torre Diamante) e il Bosco Verticale.

La Taverna Gasparotto: per una pausa pranzo tradizionale

La trattoria perfetta per la pausa pranzo. Le ragazze dello staff – tutte donne – sono veloci e simpatiche, i piatti proposti cambiano di settimana in settimana ma sono sempre legati alla tradizione locale (non manca risotto alla milanese, ossobuco, cotoletta) e a quella italiana in generale (largo a zuppe, pasta e fagioli, scaloppine, rost-beef), le porzioni sono abbondanti e i prezzi assolutamente nella media.

cotoletta-milanese

Vasta scelta di primi e secondi piatti quindi, ma anche di pizze. Il prezzo medio per un pranzo è di 12€ e i ticket sono i benvenuti.
Ci credete che qui ho mangiato una delle più buone paste al pomodoro di sempre?

La trattoria si trova in via Privata Leopoldo Gasparotto 3, tra la Stazione Centrale e la fermata della metro gialla Sondrio. Vi consiglio di prenotare!

Ta Hua: per una pausa pranzo etnica

Voglia di cucina cinese? Ta Hua è il posto che fa per voi!
Questo ristorante cinese mi è piaciuto talmente tanto che ci sono tornata a cena con compagno e amici (se venisse in mente anche a voi, ricordate che i prezzi sono nettamente diversi rispetto al pranzo, ma i piatti sono squisiti).
Quello che mi piace di più di Ta hua è la freschezza degli ingredienti e il gusto che si ritrova in tutte le pietanze.

Devo ammettere che rispetto ad altri locali fusion, etnici e dello stesso tipo, il pranzo di Ta Hua è per me sempre digeribile e torno in ufficio con il sorriso.

Un post condiviso da 🍓 (@rosso_tiziana) in data:

A pranzo si sceglie tra diversi tipi di menu – tutti si aggirano tra i 9€ e i 13€ – che si possono minimamente variare. Io adoro il menu a base di ravioli, quello con gli gnocchi alle verdure e, nuovamente, quello vegetariano  a base di germogli di soia e riso in bianco (AH! Non sono vegetariana, ma mi piacciono le verdure!).
Occhio: la prenotazione è obbligatoria.

Alhambra: per una pausa pranzo vegana

Altro posticino in cui son tornata a cenare! Alhambra è un ristorante vegano situato a 10 minuti a piedi dalla Stazione Centrale di Milano, in via San Gregorio, una traversa di Corso Buenos Aires.
Il ristorante è molto particolare perché, oltre ad essere vegano, permette agli ospiti di mangiare pesando ciò che hanno nei piatti.

Come una sorta di self-service quindi,  i clienti si ritrovano di fronte a un bancone con una ricca scelta di pietanze – sformati di verdure, lasagne al seitan, tofu con cavolo nero, patate al cartoccio, ceci al curry, samosa alle verdure, tiramisù veg. Una volta organizzato il loro piatto, si pesa il tutto e si paga a chilo.

tofu-cucina-veg

In generale la spesa media è di 10/12€ a persona anche per l’Alhambra! Il ristorante è piccolino ma ha dei tavoli fuori dove è piacevole stare, soprattutto con la bella stagione.

Gelateria Paganelli: per una pausa pranzo “Sono a dieta ma voglio togliermi uno sfizio”

Siete a dieta ma la voglia di dolce vi sta asfissiando? A me succede spesso e se è estate e non posso permettermi di mangiare il gelato la sera, lo mangio durante la pausa-pranzo, sostituendolo con un pasto vero!

È arrivata l’ora! Aperti fino alle 20.00

Un post condiviso da Gelateria Paganelli (@gelateriapaganelli) in data:

La Gelateria Paganelli è una delle mie preferite. Si trova in via Fara, angolo con via Adda, vicino al Grattacielo Pirelli.
La gelateria propone gusti classici e non – pistacchio salato, cioccolato al peperoncino, the verde macha sono solo alcuni dei gusti che troverete – e vi assicuro che la qualità è ottima. Non a caso è stata premiata dal Gambero Rosso per la categoria “Tre Coni”.

Segui Mara Saru:

Viaggiatrice maniacale che ama fotografare porte

Rispondi