Cosa fare a Venezia quando piove: consigli per una giornata indimenticabile

Cosa fare a Venezia quando piove: consigli per una giornata indimenticabile

postato in: Italia, Veneto | 0

Eccomi pronta con una nuovissima città da scoprire #quandopiove. Oggi vi porto a Venezia, una città che mi è capitato di visitare più volte nel corso degli anni, anche con ombrello in mano e k-way sulle spalle (due oggetti che non dovranno mancare nelle vostre valigie).
Inutile negare che Venezia con l’acqua diventa – inevitabilmente – una meta scomoda da visitare… ma non impossibile. Ecco cosa fare a Venezia quando piove!

Mangiare in un bacaro

Sapete benissimo che tra le mie passioni c’è il cibo, e quando si parla di viaggi per me è impensabile non parlare anche delle tradizioni culinarie locali, che si legano alla perfezione – a mio parere – con la scoperta di un posto. Come ha giustamente menzionato il magazine di Expedia, Discover, tra le imperdibili cose da fare a Venezia c’è andare in giro per bacari e assaggiare i cichèti. Farlo durante una giornata di pioggia potrebbe essere un modo bellissimo per risollevare l’umore!

I bacari sono le tipiche osterie veneziane, posti perfetti per bere un calice di vino o uno spritz e mangiare i cicchetti, degli stuzzichini come sarde in saor, baccalà mantecato su polenta, polpettine, pesce fritto, piccoli tramezzini. Se amate spizzicare, conversare e bere vino in un’atmosfera familiare, su tavoli di legno e botti profumate, siete nel posto giusto.


Info utili: qualche indirizzo sicuro? Tra i migliori bacari ci sono Dal Riccio Peoco in Sestiere Cannaregio 4462 e Alla Vedova in Calle Cà d’Oro.


Ascoltare l’opera al Teatro La Fenice

Se riuscite ad organizzarvi in tempo, vi consiglio di andare ad ascoltare l’opera al Teatro La Fenice. In caso contrario potete sempre andare a visitare il teatro. Rimarrete estasiati dall’eleganza senza tempo, gli arredi dorati, i magnifici giochi cromatici della sala.


Info utili: il teatro è aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 17 (il lunedì e il venerdì fino alle 18). Il biglietto costa 10€ e comprende una guida audio e l’ingresso alla mostra temporanea del momento.


Entrare in una delle librerie più belle del mondo

Non c’è ombra di dubbio: Venezia è magia e la libreria Acqua Alta è il posto perfetto per toccarla con mano. Il negozio si trova nel Campiello del Tintor, nei pressi della chiesa di Santa Maria Formosa. Se sei amante della lettura, una volta entrato non vorrai più uscire! Centinaia e centinaia di libri di ogni genere accatastati in tutti gli angoli rendono la libreria un posticino davvero suggestivo.📚 🇬🇧 ENGLISH 🇬🇧 No doubt: Venice is magic and the bookshop Acqua Alta is the perfect place to touch it. The shop is located in Campiello del Tintor, near the church of Santa Maria Formosa. If you really love reading, you will never want to leave this place! Hundreds and hundreds of books of all kinds stacked in all corners make the bookstore a really impressive location. #venice #venezia #italy #travel #traveling #acquaalta #libreriaacquaalta #vsco #vscocam #vscoph #nikonD5100 #nikon #nikonphotography #love #igers #picoftheday #instagood #followme #travelingwithreflex

Un post condiviso da ✈︎ LAURA LAGROTTERIA (@diariodiunaviaggiatrice) in data:

Volumi usati, numeri introvabili, una scala fatta di libri, gatti che gironzolano liberi e una vista sui canali veneziani da far perdere la testa. Questa in poche parole è la libreria Acqua Alta, una delle librerie catalogate come tra le più belle del mondo! Il fascino di questo posto sta nella sua confusione, nella mancanza di un archivio digitale, nelle gondole e nelle canoe che si trasformano in mensole, nella bravura del proprietario nel coccolare gli ospiti.
Vi assicuro che trascorrerete molto tempo in questa libreria e che non sarà del tempo sprecato, anzi… uscirete con almeno un libro sottobraccio!


Info utili: la libreria si trova in Calle Lunga Santa Maria Formosa ed è aperta tutti i giorni dalle 9 alle 20. Tante informazioni le trovate sulla loro pagina Facebook @libreriaacquaalta.


Scoprire cos’è uno squero e come nascono le gondole

Tra i simboli indiscussi della città di Venezia c’è lei, la gondola. Ma quanti di voi sanno come vengono costruite le gondole? Entrare in uno dei laboratori artigianali dove nascono le gondole – lo squero appunto – potrebbe rientrare tra i vostri appuntamenti nel caso non sappiate cosa fare a Venezia quando piove.
Lo squero non è altro che un cantiere specializzato nella costruzione di imbarcazioni a remi di piccole dimensioni, come le gondole appunto.
Oggi a Venezia si può visitare lo Squero di San Trovaso, forse il laboratorio più famoso e conosciuto di tutta la città e ancora in funzione dal ‘600. È ospitato in un edificio, situato sul Canal Grande, che sembra più uno chalet di montagna che un cantiere. Qui i maestri artigiani fabbricano le gondole direttamente a mano, in quanto non ci sono macchinari pronti ad aiutarli nella realizzazione, e lo fanno senza seguire dei progetti scritti ma solo in base all’esperienza dei maestri d’ascia, proprio come si faceva in passato.


Info utili: lo Squero di San Trovaso si trova in Rio San Trovaso. Per organizzare la propria visita è bene chiedere informazioni a info@squerosantrovaso.com.


Semplicemente passeggiare sotto la pioggia

Venezia è bella sempre. Con il sole, con la pioggia, con le prime luci dell’alba e al tramonto. Per questo l’ultimo consiglio che posso darvi è di vivere Venezia sotto la pioggia: passeggiare tra i suoi vicoli, attraversare ponti, perdersi lungo i canali, con o senza ombrello, ammirare il suo colore con le luci cupe del brutto tempo. Sarà un’esperienza indimenticabile e romantica, ve lo assicuro!

Rispondi