Cityteller: leggo, vedo e mi emoziono

Cityteller: leggo, vedo e mi emoziono

postato in: Consigli di viaggio, Rubriche | 0

Una mappa geo-emozionale.. Già questo basta per capire che siamo di fronte a qualcosa di straordinario. Se poi ci mettiamo in mezzo libri e città, l’argomento inizia a farsi davvero interessante.

Sto parlando di una nuova app che prima o dopo scaricherete tutti. Si cari viaggiatori, perché sarà impossibile girare l’Italia senza Cityteller.

Qua non c’entrano nulla guide su hotel, recensioni di ristoranti o elenchi di eventi. Qua stiamo parlando di libri, romanzi e racconti dei luoghi in cui questi hanno preso vita. Mi viene in mente Sostiene Pereira. Quando lessi il libro di Tabucchi mi innamorai dei luoghi in cui Pereira aveva vissuto. E che emozione andare a visitarli nella realtà.

A voi quante volte è capitato di visitare un luogo dopo averne letto descrizioni e storie? Quante volte vi siete innamorati del protagonista di quel romanzo che girava tra i vicoli di quella particolare città? E quante volte avreste voluto guardare con occhi diversi le vie dove passeggiate ogni giorno, magari proprio attraverso gli occhi dei libri?

 

Che cos’è Cityteller

Cityteller risponde a tutte queste domande. Partendo dal concetto di Storytelling, la capacità di creare emozioni intorno al racconto di qualcosa, l’app di Cityteller vuole raccontare il mondo attraverso i libri che abbiamo letto e condividere esperienze ed emozioni. Non è una semplice mappa o una guida turistica quindi, nemmeno una classica app per viaggiare, ma un vero e proprio strumento che guarda al territorio attraverso gli occhi degli scrittori e delle loro storie.

Come funziona Cityteller

L’app può essere utilizzata in duplice modo: per raccontare e condividere le storie dei libri che abbiamo letto o per scoprire la nostra città con gli occhi di chi quei posti li ha raccontati.

Segnalare un luogo associato ad un libro è molto semplice. Basta inviare un’email a info@cityteller.it, scaricare il modulo dal sito e inviarlo direttamente, oppure scrivere un post su fb.

L’importante è: inserire il nome del luogo e l’indirizzo; il titolo, l’autore e la casa editrice del libro, il pezzo in cui il luogo viene segnalato e, ovviamente, il nostro nome. Cityteller ha bisogno di noi: aiutiamolo a geo-localizzare ancora più luoghi dei libri!

 

Perché scaricare Cityteller

Provate voi a rispondere a questa domanda. Scaricatevi l’app, disponibile sia per Android che per iPhone, e poi fatevi un esame di coscienza. Io sono rimasta attaccata allo Smartphone per ore.

Sono andata a riprendere libri che avevo dimenticato, li ho sfogliati per ricordare dove erano i passi che descrivevano i luoghi d’Italia, ho sottolineato tutto. Poi ho iniziato a leggere passi sulla mia città che non conoscevo minimamente e sono uscita per esplorarli dal vivo. E’ stato un pomeriggio indimenticabile.

Rispondi