Cittadella in Veneto: passeggiando sulla cinta muraria

Cittadella in Veneto: passeggiando sulla cinta muraria

postato in: Italia, Veneto | 0

Quando ad aprile sono andata alla Bit 2017 di Milano ho avuto la fortuna di conoscere una simpatica guida turistica di Cittadella. L’incontro cascava a pennello: di lì a pochi giorni saremo partiti per il Veneto e io ero alla ricerca famelica di informazioni.

Cittadella? Non l’avevo ancora inclusa nel mio itinerario! Eppure si trovava a pochissimi km da Padova ed era facilissima da raggiungere. Visitarla non richiedeva troppo tempo e ora che avevo scoperto che a Cittadella si trovava uno degli esempi di cinta muraria meglio conservati d’Europa non potevo fare a meno di includerla nel viaggio. Così a maggio, quando sono partita per il Veneto, secondo voi, qual è stata la prima città che ho visitato?

La cinta muraria di Cittadella

Ero già salita su una fortificazione medievale simile, a Óbidos in Portogallo. La sensazione era stata pazzesca, se non altro per la mancanza di ringhiere e corrimano che ti tenevano sul filo dell’adrenalina e della paura di mettere il piede nella giusta posizione (non so se la situazione sia cambiata in questi anni, ma nel caso non lo sia, sconsiglio di salire a chi soffre di vertigini!).

La cinta muraria di Cittadella è diversa. Oltre ad essere totalmente sicura è davvero strepitosa. Salire sulla cinta muraria di Cittadella, e camminare intorno seguendo il percorso prestabilito, ti catapulta nel XIII secolo, nei panni di un soldato di quel periodo. Pensate che le mura furono innalzate nel 1220 per volere del comune di Padova che, in questo modo, pensava di difendersi dagli attacchi delle vicine e minacciose Treviso e  Vicenza. Oggi noi possiamo ancora camminarci sopra… Non è incredibile?

Per procedere con il camminamento di ronda basta acquistare il proprio biglietto all’ingresso delle mura: il costo è di 5€ e permette di visitare anche la sala affrescata, il Museo dell’Assedio, la torre di Malta e il Museo Archeologico.

Se nella sala affrescata potrete vedere la ricostruzione di una sala da pranzo medievale, nel Museo dell’Assedio troverete armi e costumi di un tempo. Bella la storia della Torre di Malta: fatta erigere da Ezzelino III da Romano nel 1251 come prigione, venne decantata da Dante che ricordava le atroci e sinistre torture che Ezzelino fece infliggere ai suoi ospiti.

Dalla cinta muraria di Cittadella questo è lo spettacolo che potrete ammirare.

Cittadella - Camminamento di Ronda
Cittadella – Camminamento di Ronda
Cittadella vista dalle mura
Ecco tutta Cittadella vista dall’alto
La Torre di Malta di Cittadella
La Torre di Malta di Cittadella
Le rive di Cittadella
Le rive di Cittadella

 

La cinta muraria corre intorno a tutta la città, la racchiude e la protegge. Dall’alto, oltre ad avere una visione completa di Cittadella, potrete vedere anche le Rive, le strade che circondano ad anello il fossato della fortificazione.


Info utili: la cinta muraria di Cittadella rispetta determinati orari di apertura e chiusura a seconda della stagione. Vi consiglio di consultare il sito di IAT Cittadella.


Cittadella: non solo cinta muraria

Una volta scesi dalle famose mura medievali vi ritroverete in un paesino piccolissimo. Non mancate di fare un giro però! Visitate il Duomo, la cappella della Concetta e la sagrestia, e poi il Teatro Sociale, un interessante gioiello architettonico neoclassico.
Se viaggiate in coppia vi consiglio di fare un giro in barca a remi intorno alla cinta muraria, un’esperienza super-romantica.

Per una sosta gustosa vi segnalo Caffè Milano, il posto in cui ci siamo fermati noi per il pranzo. Il menu sulla lavagna cambia ogni giorno. Chi si ferma per poco tempo può contare su gustosi e freschissimi panini. Lo staff è gentile e alla mano e i pasticcini secchi con la marmellata sono perfetti per accompagnare un semplice caffè!

Rispondi